Milan, Castillejo: “Gattuso? Vive il calcio come quando lo giocava. Su Maldini…”

Mg Milano 31/08/2018 - campionato di calcio serie A / Milan-Roma / foto Matteo Gribaudi/Image Sport nella foto: Samuel Castillejo

Samu Castillejo, esterno offensivo del Milan, quest’oggi ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni di Sky Sport. Queste le sue parole riportate da tuttomercatoweb.com:

Sul ruolo contro il Sassuolo: “Sì, Higuain era infortunato e Cutrone aveva qualche problema con la caviglia. Quindi il mister mi ha chiesto se avevo mai giocato in quella posizione. In realtà era la prima volta che giocavo in quel ruolo. L’importante è che sia andato tutto bene. Era una partita difficile e abbiamo vinto contro una squadra che gioca un buon calcio”.

Su Gattuso: “Il mister è un uomo molto particolare. Vive il calcio come quando lo giocava. In allenamento non si ferma mai e anche fuori dal campo ti aiuta a farti sentire ben voluto e parte della squadra. Scherza con noi, mi sta aiutando tanto”.

Sul ruolo preferito: “La verità è che da 3 anni gioco sulla destra. Per me è uguale sia sinistra che destra o anche davanti. Se posso giocare e divertirmi, la posizione è ciò che conta meno”.

Sulla vittoria contro il Sassuolo: “Dopo la partita ho sentito una grande felicità per tutto ciò che è successo, per il gol, la vittoria e aver giocato bene.Il messaggio è chiaro. Leonardo ce l’ha detto chiaramente, la mentalità deve essere sempre positiva ogni volta che affrontiamo una partita e dobbiamo scendere in campo sempre per vincere. Dobbiamo dimostrare quanto teniamo alla maglia”.

Sulle parole di Maldini per lui: “Le parole di Maldini, anche solo perchè le ha dette lui, mi riempiono d’orgoglio e di gioia. Per un giocatore che arriva da fuori sentirsi dire da un campione come lui queste cose significa tanto. Darò sempre tutto per questo club perchè le sue parole siano confermate”.

Su Higuain: “Il Pipa, a parte tutto ciò che rappresenta come giocatore, fuori dal campo è una persona incredibile. E’ sempre capace di scherzare e ridere con i compagni. E’ per noi un giocatore unico ed ogni allenamento si vede la qualità che ha. Capisce quanto è importante per noi e noi siamo felicissimi di allenarci con lui. Certo, adesso sarà un po’ arrabbiato perchè non ha giocato le ultime due partite. Però adesso ha recuperato e si è allenato con noi oggi”.

CONDIVIDI
Due cose ha in comune con Buffon: la data di nascita e la passione per il calcio. Da sempre tifoso del Milan, è un amante del calcio anni '60: a volte intervista Di Stefano e Pelé, poi si sveglia.