Sarà una settimana decisiva per il futuro del Milan con la società rossonera che divide i propri impegni tra sentenza UEFA e mercato, specialmente quello in uscita. La squadra rossonera al momento ha bisogno di incassare e come è noto da tempo è molto probabile la cessione di almeno un big.

Tra i candidati per lasciare Milanello spicca anche il nome di Leonardo Bonucci, corteggiato da diverse squadre europee come il Manchester United, PSG (ritroverebbe il suo amico ed ex compagno Buffon) ma al momento non sono ancora state presentate offerte ufficiali alla società rossonera.

Nel caso in cui arrivasse una richiesta formale per il trasferimento di Bonucci il Milan, insieme ad Alessandro Lucci, agente del giocatore, sarebbe disposto a valutarla ed eventualmente accettarla, a patto che si rispettino le condizioni rossonere, con il club che esige un’offerta non inferiore a 32-35 milioni di euro per ragionare sulla cessione. Se il Milan è disposto ad aprire per il trasferimento dall’altra parte la squadra che ha messo sul piatto l’offerta deve fare i conti con l’ingaggio di Bonucci, al momento di 10 milioni a stagione più i bonus. Le offerte dunque le ascolterà anche lo stesso Bonucci, il quale non intende abbassarsi lo stipendio in caso di cessione. Il Milan davanti ai problemi societari è dunque aperto ad una cessione di Bonucci con l’altra squadra, che sia United, PSG o chi per loro, consapevole di dover accontentare le esigenze di entrambi le parti. Del Milan e di Bonucci.

CONDIVIDI
15/10/99 Redattore di Novantesimo