Mattia Caldara, nuovo difensore del Milan, ha parlato quest’oggi ai microfoni di DAZN. Queste le sue parole riportate da goal.com“E’ la prima volta che vivo un’emozione così forte, non me l’aspettavo questo entusiasmo, sono felice di essere qui in piazza Duomo.

La trattativa l’ho vissuta dall’America, io non sapevo molto, c’erano i miei amici che mi messaggiavano dall’Italia, poi mi ha chiamato il mio procuratore dicendomi che c’era questa opportunità concreta, ogni giorno ero sempre più convinto di venire qua e questa maglia ha un sapore unico.

Ho fatto tanta B, mi ha aiutato tantissimo a crescere come anche i due anni con Gasperini. Credo di essere al posto giusto nel momento giusto, è arrivata questa chiamata dal Milan e al Milan non si può dire di no.

Gattuso non mi ha dovuto convincere… mi ha chiamato, mi ha detto che c’è tanto da lavorare ma anche voglia di divertirci. Il mio obiettivo adesso è vincere qualcosa di importante con questa maglia, anche perché non ho ancora vinto nulla.

Conti, Kessie, Calabria mi hanno tutti scritto per convincermi, ma non ce n’era molto bisogno”.

Su Romagnoli: “Alessio è un ragazzo bravissimo, è più giovane di me e ha già 100 presenze in Serie A, sarà una grande opportunità poter giocare con lui, speriamo di essere all’altezza anche della Nazionale anche se sarà solo il campo a dirlo. 

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista dal 2017, tifoso del Milan dal 1996. Nato a Catania, studia giurisprudenza e ama scrivere di calcio ed attualità. Ha pubblicato un libro dal titolo "CircoStanze" con la casa editrice "Prova d'Autore".

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008