Lucas Biglia è pronto a prendere in mano le redini del centrocampo del Milan. L’argentino ha parlato ai canali ufficiali del club e si è detto molto entusiasta dell’esperienza rossonera che ha appena preso inizio. Queste le sue parole, riportate da Tuttomercatoweb.com:

Sull’idolo: “Il mio idolo è sempre stato Redondo, ha giocato in grandissime squadra, tra cui anche il Milan. L’ho osservato molto, così come osservato Pirlo e Xavi”.

Su Redondo: “Lui aveva grande qualità, non ha avuto grande opportunità di giocare in Nazionale, ma come giocatore è stato il mio idolo”.

Sulla sfida di Champions del 2007 tra Anderlecht e Milan: “Mi ricordo Kakà, ho dovuto marcarlo, un fenomeno, un vero campione. Conservo la maglia di quella partita”.

Sull’avversario più difficile: “Quando giocavo in Belgio quella è stata la partita più difficile, poi sono arrivato in un campionato competitivo come quello italiano, ogni partita è difficile, pian piano ho imparato”.

Sul ruolo di regista:La cosa più importante è dare equilibrio alla squadra, dare una mano alla fase offensiva e a quella di costruzione”.

Sul significato di Milan: “Penso alla storia di questa squadra, grandissimi campioni, è un sogno essere qui”.

 


Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008