Il regista del Milan e dell’Albiceleste Lucas Biglia, intervistato dal quotidiano argentino Olè, è tornato a parlare del brutto fallo commesso su di lui dal Papu Gomez nel corso del match di settimana scorsa contro l’Atalanta, l’ultimo della tormentata stagione rossonera.

Queste le parole dell’ex centrocampista della Lazio, che non sembra aver perdonato del tutto il suo connazionale:

“Mi sarei aspettato delle scuse immediate, in campo o subito dopo, ma non importa. Preferisco guardare avanti. Non siamo amici, ma giochiamo pur sempre insieme in Nazionale. Le scuse sui social contano poco, io non li uso. Viola, il giocatore del Benevento che mi ha causato l’infortunio precedente, venne a trovarmi direttamente in ospedale. Ho sentito quello stesso dolore e ho avuto paura di essermi rotto di nuovo. Ero rientrato in gruppo a tempo di record perché la squadra aveva bisogno di me con Gattuso che mi chiese di giocare in una partita fondamentale per tornare in Europa. Non ho avuto dubbi in merito. Adesso contano solo i Mondiali: daremo tutto per vincere”.

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008