Milan, Bakayoko: “Capisco i fischi, ma spero che i tifosi mi applaudiranno presto. Conte e Gattuso sono molto simili”

Ha parlato ai microfoni di Sky Sport il centrocampista del Milan Tiemoué Bakayoko. L’ex Chelsea, dopo un inizio stagione non troppo esaltante, ha conquistato la fiducia di Gattuso e ora, visti anche i tanti infortuni, pare essere un elemento indispensabile per la mediana rossonera. Ecco le sue parole: “I fischi ci sono ancora, non fanno piacere, ma li capisco. Spero che mi applaudiranno presto. Ho fatto delle buone cose, ma siamo soltanto all’inizio, spero di diventare un elemento importante e di aiutare il Milan a entrare tra le prime 4”.

Il classe 94 francese ha poi parlato dei cambi moduli di Gattuso in questa stagione: “Il 4-4-2 è il sistema che preferisco, ma nell’ultima partita mi sono trovato bene anche nel 4-3-3. È cambiata la mia posizione, ma è andata bene e credo di essere riuscito ad aiutare di più la squadra. Dispiace per il risultato contro la Juventus, ma questo è il calcio, sono contento di quello che ho fatto”. Infine qualche parola sul suo compagno e amico Frank Kessie, sui suoi idoli d’infanzia e sugli ultimi due suoi allenatori, Antonio Conte e Gennaro Gattuso“Kessie mi ha aiutato molto a inserirmi ed ambientarmi, spero di imparare presto l’italiano. Da piccolo giocavo nel ruolo di Ronaldinho, è stato lui il mio idolo, ma anche Yaya Toure. Conte e Gattuso sono simili, danno e chiedono moltissimo ai giocatori sia in allenamento che durante la partita, hanno lo stesso modo di lavorare e idee di grande valore”.

CONDIVIDI