Questa estate per Pierre-Emerick Aubameyang sembrava dover essere la volta buona per salutare il Borussia Dortmund ma il centravanti alla fine non si è mosso, nonostante i molti interessamenti ricevuti in estate. Intervistato da RMC Sport, l’attaccante ha provato a fare chiarezza su tutte le voci di questa estate:

PSG:“All’inizio di giugno ho incontrato il presidente Nasser Al-Khelaifi. Fu proprio prima che arrivasse Henrique Antero come ds. Poi, appena è arrivato lui hanno deciso di non volermi più prendere, nonostante il presidente volesse portarmi a Parigi”.

Cina: “Non l’ho mai considerata seriamente. E’ arrivata un’offerta scritta, sia a me che al club, ma poi è mancata la professionalità ed ho rinunciato. E’ stato un disastro francamente: sono venuti qui, hanno mollato, hanno detto che sarebbero tornati per rilanciare e non sono mai più tornati”.

Marsiglia: “Personalmente non sono troppo sicuro del loro progetto. Ma è solo un parere. Se voglio puntare al titolo ed occupare un posto al sole sul palcoscenico europeo devono fare un po’ meglio”.

Milan: “Il loro progetto, invece, mi interessava molto. Ma non si è concretizzato l’affare per vari motivi”.

Real Madrid: “Non parlerò più di loro. Forse non mi vogliono più. La gente mi sottovaluti pure, io continuerò a mostrare loro quello che so fare, chi sono”.

CONDIVIDI
Di Catania, appassionato di calcio a livello internazionale ma interessato a tutti gli sport, passione per il giornalismo sportivo.