Arrivano grossi guai per Fabrizio Miccoli. L’ex attaccante del Palermo è infatti indagato per estorsione e secondo la procura tra il 2010 e il 2011 avrebbe coinvolto il suo amico Mauro Lauricella, figlio del boss della Kalsa, in un recupero di credito pari a 12 mila euro dell’ex fisioterapista del Palermo, Giorgio Gasparini, e per riuscire nell’impresa la Procura sostiene che Lauricella avrebbe utilizzato metodi particolarmente violenti. La Procura chiede una condanna di 4 anni, mentre la difesa dell’ex calciatore proverà a respingere l’accusa facendo forza sul fatto che i 12 mila euro sarebbero stati dovuti a Miccoli, oltre all’assoluzione (ancora non in maniera definitiva) delle persone che lo stesso Miccoli avrebbe coinvolto nell’estorsione. Ora sarà il gup ad emanare la sentenza decisiva.

CONDIVIDI
15/10/99 Redattore di Novantesimo

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008