Paese che vai usanze che trovi, mai proverbio è più azzeccato in questa situazione. Ever Banega lascerà l’Inter nelle prossime ore, arrivato come grande colpo di mercato a parametro zero, tornerà a Siviglia dopo aver mostrato a sprazzi la sua classe. L’Italia è da sempre, “un popolo di artisti di santi di eroi di pensatori di scienziati di navigatori di trasmigratori” e di difensori e calciatori come Banega spesso e volentieri si sono trovati bloccai nel nostro campionato decidendo di cambiare aria dopo poco. L’Inter incasserà 9 milioni vitali per la sua battaglia al fair play finanziario.

Caso Milan – La situazione mercato in casa rossonera dopo uno sprint iniziale ha subito una battuta d’arresto a causa della grana Donnarumma, che si risolverà, a detta degli interessati, dopo l’Europeo U21. Altro nome che , crea un minimo di disagio è quello di Suso che ancora non ha rinnovato il suo contratto con i rossoneri, e oggi giorno viene accostato ad una nuova big, però in casa Milan la situazione non sembra destare preoccupazione e  tutte le news di mercato sembrano più dei vani tentativi di destabilizzare ulteriormente l’ambiente. Nel frattempo il Milan però cerca ancora di completare la sua squadra, attendendo Kalinic, molti sono i nomi tirati in ballo, l’ultimo in ordine di tempo è quello di Hakan Çalhanoğlu. Ieri il Milan e il Bayer Leverkusen hanno intensificato i contatti per via telematica, le distanze sono ancora ampie, i rossoneri non vogliono superare i 25 milioni di euro mentre i tedeschi ne chiedono almeno 30 per lasciar partire il proprio trequartista.

A giorni potrebbe sbloccarsi anche il mercato del Napoli con l’arrivo di Aurelio De Laurentiis, che dopo impegni all’estero, torna in patria per rinforzare il suo club. Primi casi da risolvere sono quelli legati ai rinnovi di Reina e Albiol, che hanno molto mercato, ma che i partenopei vogliono trattenere per non cercare altre pedine fondamentali e completare la rosa con rimpiazzi di prim’ordine come quello di Ounas, che nelle ultime ore potrebbe apporre la firma sul proprio contratto in azzurro.

Chiusura con un plauso all’impresa degli azzurrini in Polonia che hanno battuto ancora una volta la Germania con un gol di Bernardeschi e che ora affronteranno la Spagna per giocarsi la finale di un Europeo in cui eravamo tra i favoriti e abbiamo deciso di complicarci la vita.

CONDIVIDI
Mario Galterisi, caporedattore di Novantesimo. Architetto, laureato presso la Facoltà di Architettura dell'Università Federico II di Napoli. Graphic designer free-lance. Addetto stampa presso IBar Academy. Amo il calcio come poche cose ed è una delle poche costanti che trascende i miei interessi.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008