Manchester United, Ibra si sfoga: “Mi sento un leone in mezzo a dei gattini”

zlatan ibrahimovicDi certo quando Zlatan Ibrahimovic ha firmato con il Manchester United si sarà immaginato una stagione ben diversa. Il quinto posto in campionato non è un risultato soddisfacente per lo svedese, che intervistato al termine del pareggio casilingo per 1-1 con l’Everton si è sfogato ai microfoni di BT Sports. Ecco quanto riportato da Tuttomercatoweb.com:

“Io voglio essere sempre protagonista, cercando di portare qualcosa nelle squadre in cui gioco. Qui, almeno per ora, non ne sono stato capace, sento molta responsabilità e pressione sulle mie spalle. Contro l’Everton non abbiamo vinto, anzi, non ho vinto. Mi sento un leone in mezzo a dei micetti. Non mi piace arrivare secondo, ma purtroppo la classifica è chiara e sincera: il ManU si trova nel posto che merita. Faccio quasi fatica a ricordare l’ultima volta in cui non sono arrivato primo, ero al Milan: fu un fallimento. Ora guardiamo avanti e giochiamoci i tornei in cui siamo ancora in corsa”.

Sul proprio futuro: “Ho 35 anni, ho davanti ancora pochi anni di carriera. Tutto dipenderà da quello che vuole il club e dalla visione dello stesso. Non sono venuto qui per perdere tempo, l’ho detto a partire dal primo giorno. Ora non ci sono novità e non c’è nulla da dire. Il mio futuro non è legato alla Premier League o all’Europa League, ho scelto lo United nonostante non fosse la favorita per il titolo”.

Su Lukaku ed Aguero: “Lukaku è forte, lo stesso vale per Aguero. Io? Sono un leone, non posso paragonarmi con gli essere umani”.


Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008