Il giocatore del Manchester United, Matteo Darmian, ha rilasciato un’intervista ai microfoni della Gazzetta dello Sport. 

Queste le sue parole riportate da Calciomercato.com: “Il nostro grande obiettivo è vincere l’Europa League. Rashford è già un grande giocatore ed è ancora molto giovane. Può diventare un top player perché è bravo in ogni aspetto: ha corsa, tiro, movimento, velocità e vede la porta. Sicuramente abbiamo una bella rosa, con tanti grandi giocatori che ci danno la possibilità di ruotare mantenendo un ottimo livello. Siamo pronti per l’Arsenal e per il ritorno col Celta Vigo”.

“Soddisfatto della mia stagione? Direi di sì, alla fine sono riuscito a ritagliarmi il mio spazio. Anche quando non giocavo ho cercato sempre di lavorare con impegno dando il massimo e sfruttando le occasioni che mi ha offerto l’allenatore. Mourinho è sempre stato buono con me e continua a esserlo. Probabilmente prima lui era soddisfatto per il mio impegno, ora io sono soddisfatto perché gioco di più, ma non ci sono mai stati problemi, solo grande professionalità”.

“La Nazionale? Ventura non l’ho sentito, ma l’importante è che io stia giocando perché si tratta di una buona vetrina per me. Lo United è una squadra importante, così come la Premier e l’Europa League. Devo continuare a lavorare per essere chiamato da Ventura. Il 4 maggio è un giorno particolare per tutti i tifosi granata. Ho avuto la fortuna di fare 4 anni fantastici a Torino e di vivere questa ricorrenza con grande intensità. È un giorno importantissimo nella storia e nella vita del club, ma anche un giorno speciale nel quale non conta il colore della maglia: è stata una tragedia che ha portato via una squadra fortissima e sicuramente va ricordata da tutti”.

“Monaco-Juventus? La Juve ha fatto una grande prestazione e la finale per loro è sicuramente più vicina. Nel calcio tutto può succedere, ma la Juve è veramente una squadra forte e lo sta dimostrando. Un’eventuale finale con la corazzata Real Madrid? Tutto può succedere”.

CONDIVIDI
Campano di nascita e siciliano d'adozione, classe 93' e passato da terzino destro. Ho successivamente capito che rendo meglio da giornalista che come calciatore.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008