Yaya Touré, ex centrocampista di Barcellona e Manchester City, ha rilasciato un’intervista sulle pagine di France Football senza peli sulla lingua, criticando aspramente il suo vecchio tecnico Pep Guardiola ai tempi del City.

Ecco le sue parole: “Ero il vicecapitano e davanti a tutti mi dice: ‘Non ti vedo motivato. Se non vuoi restare, vai dai proprietari per sistemare la situazione’ denotando così una mancanza di rispetto assoluta. Ho l’impressione che Pep, il quale non ha né riconoscenza né rispetto, abbia fatto di tutto per rovinare la mia ultima stagione. Sono arrivato a chiedermi se tutto questo non fosse a causa del mio colore e so di non essere l’unico ad essermi posto questa domanda. Ad esempio qualche giocatore del Barcellona si è chiesto lo stesso. Forse noi africani non siamo trattati da alcuni allo stesso modo degli altri.”

l’esclusione di Wilfried Bony, suo connazionale ed ex compagno di squadra sempre in terra inglese: “È stata brutale. Se ha problemi con i giocatori di colore? Finge di non averne. È troppo intelligente per farsi intrappolare. Non lo ammetterà mai. Ma il giorno in cui allenerà una squadra nella quale ci sono cinque africani non naturalizzati, gli manderò una torta”.

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008