Manchester City, Laporte contro Deschamps: “Non mi convoca solo per motivi personali, non guarda il campo”

Laporte non ci sta e si scaglia contro Deschamps. Il giovane difensore francese del Manchester City, arrivato lo scorso dall’Athletic Bilbao per 65 milioni di euro, ha accusato il c.t della nazionale transalpina per le sue mancati convocazioni, citando come non siano dovute a prestazioni sul campo, quanto per motivi personali.

Di seguito le sue parole rilasciate al quotidiano basco EitB: “C’è un allenatore e non mi chiama, quindi devo aspettare e continuare a lavorare fin quando non lo farà. Dovreste chiedere a lui perché non arriva la mia convocazione, non penso sia per motivi sportivi, ma per questioni personali.

Io lo rispetto e non ho nulla contro di lui, ma mai lo chiamerò e anche se lo dovessi fare non lo farei per criticare. Gioco ad altissimi livelli, in un grande club ed è il ct che deve risolvere questa situazione. Francia o Spagna? Opterò sempre per la prima, non chiederò mai la cittadinanza spagnola anche perché non penso sia più nemmeno possibile”.

CONDIVIDI
Amante di Inter e del calcio in tutte le sue forme, Classe 1995, redattore di Novantesimo. Come la squadra che ama, si sente un po' pazzo anche lui a volte. Telecronista per Sportube e Helpdesk per BonelliErede. Hobby? Videogiochi, serie tv e libri.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008