In Italia dal 2001, quando dal Belasica l’Inter lo prelevò per 25mila euro ad appena 18 anni, Goran Pandev considera l’Italia una sua seconda casa (è in attesa del passaporto), avendo vissuto nel Bel Paese per 15 anni, vestendo le maglie di Inter, Spezia, Ancona, Lazio, Napoli e, adesso, dopo una breve parentesi al Galatasaray, Genoa.

Il macedone classe ’83, domani, con la sua Nazionale, scenderà in campo per affrontare l’Italia di Ventura, di cui parla così: “Speriamo di fare una buona partita, non abbiamo nulla da perdere, sappiamo tutti che l’Italia è favorita, ma noi stiamo giocando abbastanza bene in queste qualificazioni. Sempre contro gli azzurri in casa nostra, ad esempio, abbiamo fatto una grande gara: nella nostra rosa ci sono tanti ragazzi giovani che non hanno esperienza in partite così importanti, si tratta di una nuova generazioni di calciatori, stiamo costruendo una bella Nazionale e speriamo che in futuro possiamo ottenere dei buoni risultati.”

Sul Genoa e il momento difficile che sta attraversando la formazione di Juric: “Supereremo questo momento difficile. Siamo una buonissima squadra che ora sta attraversando un momento di difficoltà, ma sono sicuro che ne usciremo fuori. Il gruppo è unito, speriamo di vincere a Cagliari e ripartire. Juric è un grande allenatore, lavora bene durante la settimana, ma purtroppo la domenica le cose non stanno andando come tutti ci aspettavamo. Ma presto la ruota girerà anche per noi e con un pizzico di fortuna supereremo questo momento.

CONDIVIDI
Guardo e studio il calcio da 20 anni con gli occhi di un bambino che vede Ronaldinho in azione per la prima volta.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008