Questa sessione di calciomercato sta volgendo al termine, e con l’inizio della nostra amata Serie A si entra nel periodo più caldo per le trattative.

Tra chi più attivo e chi meno, sono molte le squadre che ancora devono rafforzare l’organico.

L’ultima settimana, come da programma, si appresta ad essere rovente, con qualche trattativa interessante che in questi giorni ha trovato modo di essere avviata.

La Fiorentina vuole rafforzare la mediana: i nomi

Dopo il rinnovo con gol di Milenkovic e la (momentanea) permanenza di Vlahovic, la Viola è uscita da un periodo di apnea molto lungo, in cui credeva di perdere due pilastri fondamentali.

Italiano dopo la prima gara persa contro la Roma di Mourinho, ha fatto vedere, a sprazzi, un buon gioco, facendo scendere più di un brivido lungo la schiena giallorossa.

Il reparto da rafforzare è senza dubbio il centrocampo, e uno dei nomi sulla lista di Pradè è quello di Lucas Torreira.

Il centrocampista uruguaiano fresco di titolo di campione di Spagna vinto con l‘Atletico Madrid, è finito ai margini del progetto dei Gunners una volta tornato dal prestito, e la destinazione gigliata sarebbe da lui molto gradita.

Con il contratto in scadenza nel 2023, il DS viola sta cercando di riportare il centrocampista in Italia, proprio come riuscì a fare cinque anni fa ai tempi della Sampdoria.

In giornata c’è stata un’importante accelerata da parte della Fiorentina, che sulla formula di un prestito oneroso di 1.5 milioni con diritto di riscatto fissato a 15 milioni sono riusciti a strappare l’accordo per l’uruguaiano, atteso in città già nelle prossime ore.

Altro profilo molto ben visto da Commisso, è senza dubbio quello di Miralem Pjanic. Più che una trattativa concreta, sembra che la Fiorentina abbia fatto un timido sondaggio sul centrocampista bosniaco in uscita dal Barcellona. I Viola dalla loro, possono contare sul buonissimo rapporto che hanno con l’entourage del giocatore.

Infatti Ramadani, stesso procuratore di Milenkovic che, come detto, è fresco di rinnovo, riuscirebbe ad aggirare il problema ingaggio del giocatore, convincendo il club blaugrana a pagarne la metà, considerato il grande bisogno che hanno di sfoltire la rosa.

Il discorso centrocampista rimane aperto, con il sogno Pjanic che persiste nella testa della società, ma tenendo d’occhio sempre la situazione Torreira.

Milan – Bakayoko e Inter – Correa: a che punto siamo?

Sulle due sponde di Milano, Inter e Milan rimangono molto attive sul fronte calciomercato.

I rossoneri infatti, sembrano ormai in chiusura per il ritorno di Bakayoko.

Il club ha già l’accordo con il giocatore per uno stipendio attorno ai 2.5 milioni l’anno, mentre rimane ancora da decidere la formula tra le due squadre.

Il Chelsea chiede un prestito oneroso da 1.5 milioni con eventuale riscatto fissato a 20 milioni, mentre il Milan non vorrebbe andare oltre i 10.

La forte volontà del francese di tornare nella Milano rossonera, fa sperare i tifosi nella buona riuscita dell’affare, rimane solo da capire con che cifre.

Dall’altra parte l’Inter, rimasta vedova in attacco di Lukaku, vuole rafforzare ulteriormente il pacchetto offensivo.

Dopo l’arrivo di Dzeko, già andato in gol nella vittoria casalinga per 4-0 contro il Genoa, sembrerebbe in rampa di lancio la trattativa per Correa.

L’argentino, rimasto in tribuna contro l’Empoli, ha espressamente richiesto a Lotito di essere ceduto al club nerazzurro, rifiutando anche la proposta dell’Everton.

Tare dopo la vittoria contro la squadra toscana, ha affermato: “Il Tucu ha espresso la volontà di andare altrove già lo scorso anno. Ha offerte dall’estero ma vuole restare in Italia“. Poi sull’Inter: “Una trattativa non c’è mai stata: i procuratori sono al lavoro, vediamo che succede…”

La richiesta del patron biancoceleste è di circa 35 milioni, cifra che l’Inter vorrebbe alleggerire magari con la formula di un prestito con diritto di riscatto, cosi da dilazionare il pagamento completo del cartellino.

Le prossime 24-48 ore possono essere decisive, cosi da far riabbracciare ad Inzaghi il suo pupillo.

Atalanta: Zappacosta e altri obiettivi

Altro ritorno, questa volta già concretizzato, è quello di Zappacosta alla corte di Gasperini.

Il giocatore ormai ex Chelsea, ha accantonato le altre offerte una volta saputo dell’interesse del club bergamasco.

L’Atalanta ha cosi bruciato la forte concorrenza della Fiorentina, offrendo 10 milioni e strappando il “si” definitivo per il ritorno del terzino. Le visite mediche sono fissate per Martedì, con il calciatore che prenderà la numero 77.

Oltre al suo ritorno, la Dea lavora per rafforzare anche la mediana.

Infatti, la trattativa per Thorsby della Sampdoria rimane aperta, nonostante manchi ancora la fumata bianca, mentre il nome trapelato nelle ultime ore sembra essere quello di Nahitan Nández.

Il centrocampista del Cagliari, dopo un’estate piena di voci tra Inter e Tottenham, potrebbe sposare a pieno il progetto della Dea.

La formula più ipotizzata, e confermata poi da Di Marzio, sembrerebbe quella di uno scambio di prestiti tra l’uruguaiano e Sam Lammers, particolarmente apprezzato dalla dirigenza sarda.

Napoli: ritorno di fiamma per Amrabat. La Lazio sull’esterno

Per il Napoli di Spalletti invece, si studia il colpo Amrabat dalla Fiorentina.

Il calciatore marocchino è in cerca di riscatto dopo una stagione da dimenticare, ma Commisso non sembra molto convinto di venderlo dopo l’importante investimento fatto nel Gennaio 2020.

Anche in quell’occasione, il Napoli provò a portarlo in maglia azzurra, e dopo il fallito tentativo adesso il club campano sembra essere tornato alla carica per il classe ’96, con i primi contatti che sembrano esser già stati avviati.

Spostandoci nella capitale, sponda biancoceleste, la Lazio lavora per il possibile post-Correa.

Due dei tre nomi più plausibili trovano sede in Germania; il primo è quello di Filip Kostić dell’Eintracht Francoforte, pallino della Lazio da inizio mercato, ma per lui persiste il problema del posto da extracomunitario in rosa.

Per questo Tare e Lotito tengono viva un’altra pista tedesca, ovvero quella legata a Julian Brandt, il quale però sembrerebbe aver affermato di volersi giocare le sue carte con il Borussia Dortmund.

L’ultimo nome venuto fuori è quello di Jeremie Boga. L’esterno neroverde già la scorsa stagione aveva espresso il desiderio di lasciare Reggio Emilia, e dopo un’annata non particolarmente brillante la Lazio potrebbe essere il suo nuovo trampolino di lancio.

Tra ufficialità, trattative intavolate e idee concrete, il piatto di questo calciomercato è ancora molto ricco.

Questi ultimi giorni rimangono tutti da vivere minuto per minuto, in attesa di capire quale sarà il colpo last-minute migliore.

CONDIVIDI