#LuganoNeuchâtelXamax 2-2, le punizioni di Nuzzolo tengono a galla gli ospiti

In questo 16esimo turno della Raiffeisen Super League il Lugano ha ricevuto a Cornaredo il Neuchâtel Xamax, in quello che era da tutti considerato un incontro ‘da 6 punti’ in ottica salvezza. La sfida si è conclusa sul 2-2.  

Per metà della prima frazione il Lugano si è fatto preferire e, a suggellare la buona prestazione, ci ha pensato la rete al 22′ di Junior: un calcio di punizione di Masciangelo ha trovato la testa di Maric prima e di Junior poi. In seguito, ad essersi fatto preferire, è stato lo Xamax che, tuttavia, non ha prodotto grosse occasioni; i padroni di casa, dal canto loro, hanno avuto una chance con Bottani, fermato da Walthert. Le due squadre sono quindi rientrate negli spogliatoi sul provvisorio 1-0. 

La seconda frazione si è aperta come era terminata, ma al 51′ un fallo di mano di Gomes su un cross di Masciangelo ha causato un rigore che capitan Sabbatini si è fatto parare da Walthert. Ad aumentare il rammarico per il fallimento dagli 11 metri ci ha pensato il quasi immediato pareggio ad opera di Nuzzolo: calciando una punizione da una distanza di 18 metri ottenuta per un fallo di Sabbatini, l’attaccante rossonero ha infilato la sfera sotto al sette più lontano con un notevolissimo gesto tecnico. Il Lugano ha ricominciato a farsi preferire, dimostrando di volere la posta piena. All’80’, raccogliendo una sponda di testa di Covilo sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Macek, Junior ha nuovamente depositato in rete di testa. All’89’ i bianconeri hanno avuto ancora un’occasione per allungare, ma Vecsei dalla corta distanza si è fatto murare la propria conclusione da Walthert. Il risultato sembrava ormai acquisito, ma un fallo di Sejmenovic ai danni di Vecsei viene invertito dall’arbitro; sul pallone si è ripresentato Nuzzolo che, dalla stessa posizione ma da un paio di metri più indietro, ha segnato con una bella punizione, questa volta sul primo palo. 

Una possibile vittoria per il Lugano si è tramutata in un pareggio: due volte in avanti, la compagine ticinese ha fallito il punto dell’allungo ed è stata ripresa da un letale Nuzzolo. Tra i bianconeri e i rossoneri (che sono ultimi) continuano pertanto ad esserci quattro sole lunghezze. Nel prossimo fine-settimana i ticinesi riceveranno il Sion, in uno scontro sentito dalle tifoserie e importante ai fini della classifica.

FC Lugano (3-1-4-2): Da Costa 5.5; Sulmoni 6, Covilo 6.5, Maric 6.5; Piccinocchi 5.5; Masciagelo 6.5, Vecsei 5, Sabbatini 4.5 (71′ Macek 6), Mihajlovic 6; Junior 7, Bottani 6 (83′ Kryeziu s.v.). A disp.: Baumann; Kecskes, Amuzie; Fazliu, Abedini. All.: Celestini.

Neuchâtel Xamax FCS (4-2-3-1): Walthert 7; Gomes 5.5, Oss 6, Sejmenovic 6, Kamber 5.5; Di Nardo 5 (83′ Ademi s.v.), Pickel 5; Veloso 6, Doudin 5.5, Tréand 5.5 (78′ Ramizi s.v., 92′ Koné s.v.); Nuzzolo 7.5. A disp.: Minder; Xhemajli, Huyghebaert; Corbaz. All.: Decastel.

ARBITRO: Sig. Hänni (Wicht, Dubrit, Gut)

MARCATORI: Junior (FCL) al 22′ e all’80’; Nuzzolo (NX) al 54′ e al 93′

AMMONITI: Gomes (NX) al 51′, Tréand (NX) al 68′, Di Nardo (NX) al 69′; Macek (FCL) all’84’, Vecsei (FCL) all’88’; Ramizi (NX) all’88’.

ESPULSI: –

NOTE: Recupero: 2′, 3′; 2’466 spettatori; rigore sbagliato da Sabbatini (FCL) al 52′

TOP NOVANTESIMO: Nuzzolo 7.5 – Confeziona la doppietta su punizione che permette allo Xamax di non sprofondare ulteriormente nel baratro. Due realizzazioni pregiate oltre che pesanti. 

FLOP NOVANTESIMO: Sabbatini 4.5 – Sbaglia il rigore che avrebbe potuto fungere da spartiacque e causa la punizione trasformata da Nuzzolo per il primo pareggio. È un lontanissimo parente del miglior Sabbatini visto sulle rive del Ceresio. 

CONDIVIDI
Luganese, alle prese con gli studi di Diritto a Neuchâtel, nel proprio tempo libero unisce volentieri i suoi interessi per la scrittura e per il calcio, occupandosi della squadra della sua città.