Il Lugano non è riuscito a raccogliere punti contro il Sion dell’ex-Tramezzani, inviso a Cornaredo e bersaglio di attacchi diretti del suo ex-presidente Renzetti. Proprio il ‘numero-uno’ bianconero si è espresso sulle colonne del Corriere del Ticino.

Per quanto concerne la rosa e la situazione generale, ha affermato: “Sono convinto di avere una rosa importante, che può fare molto più di così. Anche lo staff lavora bene. Ciò che manca è la chimica fra i giocatori. Soprattutto, dovrebbe esserci un turnover maggiore. Abbiamo la possibilità di effettuare dei cambiamenti. In generale, perdiamo troppi palloni e ci cacciamo nei guai da soli. Però ripeto, non sono preoccupato.

Quando alcuni cominciano a borbottare contro l’allenatore, Renzetti è stato a colloquio con Tami, in merito al quale ha riferito: “Il colloquio con Tami? Sereno. Anche lui la pensa come me, gli va dato il tempo di conoscere a fondo i suoi giocatori. Manteniamo la calma, una fase calante ci può stare. Anche Tramezzani la scorsa stagione ha sbagliato alcune partite”.

CONDIVIDI
Luganese, alle prese con gli studi di Diritto a Neuchâtel, nel proprio tempo libero unisce volentieri i suoi interessi per la scrittura e per il calcio, occupandosi della squadra della sua Città. È uno dei co-fondatori di Sport Lugano.