Il FC Lugano ha ingaggiato Alexander Gerndt, 31enne attaccante in provenienza dal BSC Young Boys. Dopo molte voci di mercato (su Palacio, Bahebeck, Diamanti e non solo), il nome dello svedese si era fatto spazio con prepotenza. I tifosi hanno salutato con favore questo ingaggio.

Il presidente Renzetti, sulle colonne del Corriere del Ticino, si è espresso in merito agli altri potenziali innesti. Bahebeck, apertamente un obiettivo da inizio giugno, con ogni probabilità non si accaserà in Ticino: Bahebeck? La poesia è un po’ passata, se mi concedete l’espressione. Non ci ha ancora fornito una risposta chiara. Questo significa soltanto una cosa: il giocatore sta aspettando altre opportunità, a suo giudizio migliori rispetto a quella costituita dal Lugano. I suoi tentennamenti ci hanno spinto a definire l’ingaggio di Gerndt. Ora il reparto è al completo, se dovessimo fare qualcosa dovremmo operare in uscita.”.

Il presidente dei bianconeri chiude all’arrivo di Diamanti e rivela di essersi interessato a Paloschi, ora alla SPAL: “In Italia avevamo attive due piste, che portavano a Paloschi e Diamanti. Ma parliamo di giocatori dallo stipendio troppo alto.”.

CONDIVIDI
Luganese, alle prese con gli studi di Diritto a Neuchâtel, nel proprio tempo libero unisce volentieri i suoi interessi per la scrittura e per il calcio, occupandosi della squadra della sua Città. È uno dei co-fondatori di Sport Lugano.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008