Lotito: “Sulla Lazio pressioni che le altre non subiscono. Noi i primi della Capitale…”

Lotito

Claudio Lotito, presidente della Lazio, al termine dell’evento denominato Lazialità, manifestazione dedicata alla premiazione di coloro che hanno contribuito in maniera importante per la crescita del club capitolino, ha parlato ai microfoni dei più disparati argomenti.

Queste alcune delle dichiarazioni rilasciate dal presidente della società biancoceleste: “Sono contento e orgoglioso di aver ritrovato i nostri tifosi. Le battaglie non si portano avanti da soli. I giocatori in campo devono dare il 300%, mentre la società deve dare delle risposte in tempi brevi. Da quando io sono alla presidenza, ho cercato di fare tutto per dare soddisfazione a chi sostiene la Lazio dal 1900. Questa società esiste perché la gente combatte dal 1900, un popolo che ha sempre sofferto per un ideale. I laziali escono fuori sempre nei momenti di difficoltà o di gioia. Con la vittoria della Coppa italia abbiamo dimostrato di essere i primi della Capitale. Le pressioni che subisce la Lazio le altre società non le subiscono, ma l’unione fa la forza e i risultati arriveranno”.

Il suo pensiero sul controverso scudetto del 1915: “Io ho puntato sempre su persone particolari, come Tare. Lui è uno vero, così come Inzaghi. Hanno dimostrato di essere attaccati alla società, hanno dato tutto anche nei momenti di difficoltà. Come società ci mettiamo tutto l’impegno possibile”.

Guarda Anche...

CONDIVIDI