Rigore di Bruno Fernandes e rete di Luke Shaw. Lo United espugna l’Ethiad Stadium. L’imbattibilità del Manchester City dunque si interrompe sul più bello, nel derby.

Una sconfitta quella patita dalla squadra di Pep Guardiola che non cambia nulla. La sua squadra, nonostante il risultato, ha dominato sul piano del possesso, del gioco e delle occasioni create anche l’ultimo match. Serviva più precisione nell’ultimo passaggio e più cinismo nel tiro in porta, ma la prestazione è stata nuovamente eccezionale. Il primo posto in classifica non è attualmente in discussione: sono undici i punti di vantaggio proprio sullo United secondo in classifica, addirittura dodici sulla terza forza del campionato, il Leicester.

Per il City, prima del passo falso dell’ultimo weekend di campionato, 25 vittorie e 3 pareggi nelle precedenti 28 partite. Pura follia. Anche chi metteva (senza alcun senso logico) in discussione l’allenatore spagnolo ha dovuto ricredersi.

Concentriamoci però sulle ventuno partite che hanno preceduto il derby di Manchester. Ventuno vittorie. Nessuno è riuscito a fermare il City che si è trasformato da grande squadra a vera e propria macchina da guerra. Cinquantacinque gol fatti (vuol dire 2,62 gol di media a partita) e solo otto gol subiti. Otto gol in ventun partite. Si è vista una crescita esponenziale dei vari Laporte, Ruben Dias e Rodri. Si è vista la trasformazione da terzino offensivo a giocatore totale di Joao Cancelo. Si sono viste le solite, ormai, giocate dei vari De Bruyne e Bernardo Silva. E si sono visti Sterling e Ferran Torres interpretare il ruolo di “falso nueve” come mai nessuno aveva fatto fino a questo momento.

La striscia di vittorie interrottasi pochi giorni fa, è la terza più lunga del ventunesimo secolo. Al primo posto c’è il Bayern Monaco (febbraio 2020-settembre 2020) con 23 vittorie consecutive, al secondo posto c’è il Real Madrid (settembre 2014-dicembre 2014) con 22 e poi proprio l’attuale Manchester City di Guardiola.

Il City dunque ha perso, ma ha dominato e nel frattempo ha scritto la storia. Il club inglese sta letteralmente ipotecando la Premier League e vuole si ergere al ruolo di prima favorita per la vittoria della Champions League.

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008