In casa Napoli c’è ansia e grandi aspettative per la sfida di domani contro il Liverpool. Gli azzurri, nell’inferno di Anfield, sono al primo crocevia della stagione: in palio c’è una qualificazione agli ottavi di Champions insperata in estate visto il girone, o la retrocessione in Europa League.

In merito alla sfida, come consuetudine alla vigilia, è intervenuto il tecnico Carlo Ancelotti, che ha rilasciato le sue dichiarazioni in conferenza stampa, alla quale ha partecipato anche Raul Albiol: “Se l’arbitro fa dei danni è più probabile che vai fuori, ma l’arbitro è di esperienza e affidabile. Dal punto di vista tattico non so cosa farà il Liverpool, ma sappiamo cosa vogliamo fare noi per vincere questa partita. La gara d’andata ci ha dato più fiducia e convinzione anche per questo match. Non so se saremo in grado di ripetere quel match, dipenderà anche dall’avversario, ma è quello che vogliamo fare”.

Ti aspetti un Liverpool diverso? “Il Liverpool è consapevole di dover fare una grande partita domani e il pubblico in questo tipo di match è sempre straordinario. Probabilmente Klopp cambierà qualcosa, ma per noi non cambierà molto”.

Pensi che il PSG possa essere fermato dalla Stella Rossa a Belgrado? “Tutte le partite sono difficili e per noi a Belgrado è stata difficile. Sarà anche quella una gara aperta, ma io mi devo concentrare su altre cose…”.

Domani sarà un match decisivo. “Un test molto importante, si decide la qualificazione e dobbiamo avere la consapevolezza che ce la giocheremo. La torta è stata fatta, adesso ci vuole la ciliegina”.

Quanto potrà fare la differenza Anfield domani? “Questo è uno stadio bellissimo, fantastico, tra i migliori al mondo e tutti conosciamo la passione di questi tifosi. Per noi è fantastico poter giocare ad Anfield e non temo un crollo della squadra, tutti nel nostro gruppo vogliono giocare una gara come questa”.

La qualificazione potrebbe dare ulteriore fiducia anche in vista del campionato? “Io non ho bisogno di questo match per sapere quanto è forte la mia squadra, questa gara dirà solo se possiamo andare avanti oppure no. Lo straordinario l’abbiamo già fatto, dobbiamo solo ottenere un risultato positivo e credo sia nelle nostre corde. Ma la nostra stagione andrà avanti al massimo delle nostre potenzialità a prescindere dalla gara di domani”.

 Il Liverpool può vincere la Premier? “La Premier è un campionato sempre molto competitivo, le grandi squadre non mancano, ma il Liverpool ha senza dubbio questa possibilità”.

La vittoria dell’andata può essere un limite? “No, sicuramente non prenderemo sottogamba l’avversario. Siamo alla fase finale di un percorso in cui abbiamo fatto molto bene e ora bisogna fare un ultimo step. E’ impossibile pensare che domani saremo superficiali: la gara d’andata ci ha insegnato tante cose e da quella ripartiamo per provare a giocare un match simile”.

Bisognerà dare sempre l’impressione di essere pericolosi? “Non so quello che farà il Liverpool, ma sappiamo l’intensità che ci mettono in questi match e noi dobbiamo essere concentrati su quello che vogliamo noi. Siamo qui per fare la nostra partita come abbiamo sempre cercato di fare, poi a volte ci è riuscito e altre meno. Se siamo intelligenti in entrambe le fasi abbiamo più possibilità di passare il turno”.

CONDIVIDI
Ho 22 anni e nella vita studio, per l'esattezza frequento la facoltà di Culture digitali e della Comunicazione alla Federico II di Napoli. Sogno di vivere un giorno grazie al giornalismo sportivo. Amo la musica e suono la chitarra da circa dieci anni. Redattore anche di IamNaples.it

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008