Liti con Stoger e panchina: Mondiale a rischio per Gotze

Mondiale a rischio per Gotze? E’ possibile che uno dei principali protagonisti della vittoria dell’ultimo Mondiale della Germania non venga convocato per quello in Russia? Sì, chiaramente. Alcuni mancheranno perché hanno lasciato la nazionale o addirittura il calcio. Ma non è il caso di Mario Gotze.

Facciamo un passo indietro di qualche settimana: 15 Marzo, si gioca Salisburgo-Borussia Dortmund. Gli ospiti devono ribaltare l’1-2 casalingo di una settimana prima, ma al primo minuto della ripresa succede qualcosa: il tecnico Peter Stoger sostituisce Reus e Gotze con Isak e Phillipp. Gotze non la prende proprio bene e negli spogliatoi dice la sua, in maniera abbastanza colorita.

Nessuna punizione però, è titolare nell’1-0 contro l’Hannover e anche due settimane dopo, quando il BVB fa visita al Bayern Monaco. Passivo clamoroso: 6-0 per i bavaresi. Altri scontri nello spogliatoio tra il numero dieci tedesco ed il tecnico delle vespe.

La partita successiva è quella casalinga contro lo Stoccarda: Gotze guarda i compagni dalla panchina per novanta minuti. Ma il culmine lo si raggiunge nel match in casa dello Schalke 04. Partita sentitissima, un derby, partita importantissima, il Dortmund deve vincere per guadagnarsi il secondo posto. Gotze è in panchina. Lo Schalke si porta sul 2-0, ma le sostituzioni di Stoger sono particolari: entra Shurrle (sull’1-0), poi entra Jadon Sancho, un trequartista del 2000 e solo per terzo, all’86’ entra uno scontento Mario Gotze.

Il problema per il numero 10 è che rischia il posto al Mondiale. Mentre altri si candidano fortemente (basta guardare i numeri dell’ultima giornata di Bundesliga per capire che il livello del calciatori tedeschi si è alzato in questo periodo, probabilmente proprio per riuscire a convincere il ct a convocarli in Russia), Gotze non può, almeno al momento, dire la sua. E il suo posto tra i 23 è clamorosamente a rischio…

Guarda Anche...

CONDIVIDI