(ANSA) – MILANO, 30 LUG – La Lega B domani prova per la quarta volta a eleggere il presidente. Se anche questa assemblea elettiva non darà frutti, venerdì prossimo il Consiglio federale pronuncerà un ultimatum di trenta giorni, scaduto il quale scatterà il commissariamento, come già avvenuto in Lega Serie A.

Alla vigilia c’è una discreta incertezza. Una parte dei 22 club spinge per la nomina di Andrea Corradino, n.2 dello Spezia, che ha guidato in questi mesi l’associazione in veste di vicepresidente di Lega. Ambisce alla poltrona anche il presidente della Lazio e patron della Salernitana, Claudio Lotito, e gira anche il nome dell’ad del Brescia, Rinaldo Sagramola.

A partire dal terzo scrutinio bastano 12 voti, ma serve la presenza di 15 club per dare il via all’assemblea elettiva, e non è escluso che possa mancare il numero legale come nelle tre precedenti occasioni.

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista dal 2017, tifoso del Milan dal 1996. Nato a Catania, studia giurisprudenza e ama scrivere di calcio ed attualità. Ha pubblicato un libro dal titolo "CircoStanze" con la casa editrice "Prova d'Autore".

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008