La Serie A si è conclusa ed ha emesso gli ultimi verdetti ufficiali. Dietro l’Inter campione d’Italia, Milan Juventus e Atalanta hanno trovato un posto Champions, mentre il Napoli dell’ormai ex Gattuso si è perso sul più bello dovendosi accontentare dell’Europa League insieme alla Lazio. Roma in Conference League.

Come ogni anno ci sono stati giocatori che si sono rivelate essere delle vere e proprie sorprese nell’arco del campionato appena concluso. Noi abbiamo provato a definirne 5 all’interno di quella che è la consueta top five. Si è rivelato essere compito arduo e che, soprattutto, non rispetterà i gusti di tutti.

1- Nwankwo Simy: nonostante la retrocessione del Crotone l’attaccante nigeriano si è fatto apprezzare per una dote realizzativa fuori dal comune rispetto ai canoni di una squadra di quella portata. Qualcuno potrebbe obiettare che 8 dei 20 gol sono arrivati su rigore. Vero, ma provate a presentarvi voi dal dischetto, specie in situazioni in cui la palla pesa. Quinto nella classifica marcatori a pari merito con chi questa classifica l’ha vinta l’anno scorso e soprattutto con 5 gol in più di un certo Zlatan Ibrahimovic. Lusso per pochi.

2 – Dusan Vlahovic: La punta viola era al primo vero anno da punta “principe” della Fiorentina. Era al bivio tra promessa mancata e consacrazione. A stagione iniziata ha perso l’apporto di Federico Chiesa e si è ritrovato con il solo Ribery a fargli da spalla fedele. La squadra ha vissuto una stagione travagliata Lui no. Si è consacrato realizzando 21 gol e classificandosi al quarto posto della classifica cannonieri. Se dovessimo usare un aggettivo diremmo consacrato. Se dovessimo dire se l’anno prossimo sarà ancora in viola saremmo in difficoltà nel rispondere.

3-Victor Oshimen: È stato poco presente e di ciò il Napoli ne ha risentito. Covid e infortuni l’han bloccato spesso e non è riuscito ad esprimersi fino in fondo ma l’attaccante nigeriano quando c’è stato ha fatto vedere di cosa è capace. Corsa, lavoro sporco e gol. Se l’anno prossimo reggerà fisicamente potrà portare molta fortuna al Napoli.

4 – Daniel Fuzato: Tra i pali la sorpresa di questo campionato è stata sicuramente Daniel Fuzato. Complice gli infortuni di Pau Lopez e Mirante ha vissuto un finale da protagonista togliendosi la soddisfazione indelebile di vincere un derby chiudendo a chiave la porta al cospetto dei cugini laziali e di fronte aveva chi l’anno scorso ha siglato ben 36 reti laureandosi capocannoniere. La sensazione è che, nelle mani di Mourinho, Fuzato possa crescere ancora meglio.

5 – Matteo Darmian: Arrivato nell’Inter di Conte in punta di piedi si è rivelato essere uomo della provvidenza, o per meglio dire, quello dei gol pesanti. Se inizialmente il suo acquisto ha fatto storcere il naso a tifosi desiderosi di vincere qualcosa, i gol contro Cagliari prima e Verona poi hanno avuto un’importanza molto rilevante nell’economia dello scudetto nerazzurro, senza dimenticare che ha contribuito a tenere acceso il barlume di speranza fino all’ultimo in Champions, grazie al gol dello 0-1 a Glabach. Prezioso.

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008