Intervenuto ai microfoni di Premium Sport, Stefan Radu, difensore della Lazio, ha commentato la vittoria per 2-0 ottenuta contro il Verona, gara in cui il calciatore laziale ha raccolto la sua 300° presenza con la i biancocelesti: “Abbiamo avuto un periodo un po’ nero perché abbiamo perso tante partite. Stasera ci siamo sbloccati e vogliamo continuare la nostra corsa Champions”.

Delle 300 presenze quale ricordi con più affetto?
“Ci sono stati momenti belli e momenti più brutti. La presenza più importante è quella del 26 maggio che rimarrà sempre nella storia”.

Quanto ci tiene e quanto tenete a far bene giovedì?
“Tanto. Da quando c’è stato il sorteggio ho sempre detto ai ragazzi che per me è una partita molto importante. Spero di passare il turno anche se loro hanno un piccolo vantaggio ma la vittoria di oggi ci dà una spinta”.

In quale ruolo di trovi meglio?
“Io sono un difensore centrale. A tre o a quattro dipende dalla scelta del mister. Sono sempre stato adattato da terzino ma ho sempre cercato di dare tutto. Posso dare di più da difensore centrale”.

C’è mai stata l’occasione di lasciare la Lazio in questi anni?
“Non ho avuto tante richieste. Mi sono sempre dedicato a questa squadra. Le richiesta son state poche e ho sempre rifiutato. Mi trovo molto bene qui e devo ringraziare la Lazio per la mia crescita”. A riportare è Tuttomercatoweb. 

CONDIVIDI
Classe 1998, studio Lettere Moderne. Da sempre dipendente dal calcio e dall'Inter.