Allo stadio Olimpico di Roma la Lazio di Inzaghi, reduce dalla vittoria a Firenze per 3-4 e in lotta con Inter e Roma per due posti in Champions, ospita la Sampdoria di Giampaolo, anch’essa uscita con i 3 punti dall’ultimo scontro e coinvolta nella corsa all’Europa League insieme ad Atalanta e Milan, distanti rispettivamente 1 e 3 punti.

I biancocelesti, orfani di Luis Alberto e Murgia squalificati, oltre che di Patric ancora assente per infortunio, schierano un’insolita coppia d’attacco formata da Immobile, a quota 27 gol finora, e Felipe Anderson, coadiuvati sulle fasce da Lulic e Marusic. Dall’altro lato del campo gli ospiti si affidano a Caprari e Zapata, preferiti a Quagliarella e appoggiati da Ramirez trequartista.

ANALISI DELLA PARTITA

Ritmi subito alti con pressing asfissiante dei padroni di casa ai danni della Sampdoria, che gestisce bene il gioco, nonostante nessuna delle due squadre riesca a creare un’azione pericolosa nei primi 20 minuti. Scoccato il 23′, Milinkovic trova un cross perfetto per la testa di Lucas Leiva, che stacca però in maniera scoordinata, colpendo male e non inquadrando lo specchio della porta di Viviano. 5 minuti dopo la Samp risponde a tono con una conclusione di Barreto che impegna Strakosha, la ribattuta del portiere di casa finisce tra i piedi di Torreira, ma il traversone del centrocampista uruguaiano non trova nessuna maglia blucerchiata. Alla mezz’ora arriva il vantaggio biancoceleste: Radu trova Milinkovic in area perfettamente, il centrocampista serbo sbuca alle spalle di Strinic e insacca Viviano. Il portiere ospite si supera su una doppia conclusione casalinga firmata Marusic-Immobile. Non può nulla, però, sul colpo di testa di De Vrij trovato su calcio d’angolo da Felipe Anderson, che surclassa ancora Strinic e mette a referto la sua settima rete stagionale. Le due squadre vanno negli spogliatoi con una differenza di due gol, entrambi messi a segno di testa.

Al rientro dagli spogliatoi la Sampdoria si rende pericolosa con Zapata, lanciato da un errore a centrocampo di Milinkovic che spiana la strada al colombiano: l’incrocio dell’ex Napoli è impreciso e viene interrotto dalla difesa di casa. L’intensità della gara va via via calando, con la Samp che sembra avere qualcosa in meno a livello di energie. Lazio che si avvicina al tris con Felipe Anderson, il quale su punizione sfiora la traversa. All’85’ Milinkovic indovina un cross perfetto sul quale Immobile firma il 3-0. Passano soltanto 3 minuti e l’attaccante della Nazionale segna la 29esima rete in campionato, la numero 41 in stagione. Orsato manda tutti negli spogliatoi senza recupero: la Lazio sale a quota 67 tenendo il passo della Roma a pari punti e mantenendosi a +1 dall’Inter, mentre la Samp vede allontanarsi l’Atalanta, che scappa a 55 e scavalca il Milan.

Lazio (3-5-2): Strakosha 6.5; Caceres 6.5, De Vrij 7, Radu 6; Marusic 6.5, Parolo sv (19′ Lukaku 6), Leiva 6.5 (87′ Di Gennaro sv), Milinkovic 7.5, Lulic 6.5; Felipe Anderson 7 (79′ Nani 6), Immobile 7.5. A disposizione Guerrieri, Vargic, Luiz Felipe, Wallace, Bastos, Basta, Crecco, Di Gennaro, Jordao, Nani, Caicedo. All. Inzaghi

Sampdoria (4-3-1-2): Viviano 6; Bereszynski 5.5, Andersen 6, Ferrari 6, Strinic 4.5; Barreto 5, Torreira 5, Praet 5.5; Ramirez 5.5 (66′ Linetty 5.5); Caprari 5.5 (53′ Kownacki 6), Zapata 6 (60′ Quagliarella 5.5).A disposizione: Belec, Tozzo, Silvestre, Regini, Sala, Verre, Capezzi, Alvarez. All. Giampaolo

Arbitro: Orsato (sez. Schio)

Marcatori: 32′ Milinkovic-Savic, 43′ De Vrij, 85′ e 88′ Immobile

Ammoniti: Leiva 24′, Praet 25′, 67′ Torreira

TOP 90ESIMO – Milinkovic-Savic 7.5: Partita dominata dal centrocampista serbo che, con la rete di oggi, raggiunge la doppia cifra in Serie A per la prima volta.

FLOP 90ESIMO – Strinic 4.5: Sovrastato da Milinkovic e De Vrij sulle due reti di testa iniziali.

CONDIVIDI
Guardo e studio il calcio da 20 anni con gli occhi di un bambino che vede Ronaldinho in azione per la prima volta.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008