#LazioMarsiglia, Inzaghi: “Serve l’approccio dell’andata, loro devono reagire e sarà difficile”

Simone Inzaghi

Domani la Lazio ospiterà il Marsiglia in Europa League con l’obiettivo di ipotecare la qualificazione ai sedicesimi. Il tecnico dei biancocelesti Simone Inzaghi ha parlato in conferenza stampa presentando la partita contro i francesi. Di seguito le dichiarazioni riportate da Tuttomercatoweb.

OM in difficoltà? “Non mi fido assolutamente perché è un match importante contro una squadra di qualità. Loro arrivano dalle sconfitte contro PSG e Montpellier e in quest’ultimo caso hanno perso 3-0 ma giocando un ottimo primo tempo”.

La sfida con Garcia ex della Roma una motivazione in più? “Ne avevo già parlato prima del match d’andata. Con Garcia c’è stima, è un ottimo allenatore, ma quello che conta è la sfida fra Lazio e OM. Sono una grande squadra”.

L’infermeria? “Badelj, Leiva e Lulic non ci saranno, ma ci sono buone possibilità di averli tutti domenica contro il Sassuolo. Gli altri dovrebbero essere tutti disponibili”.

Berisha titolare domani? “Ha le sue possibilità, come tutti gli altri. Deciderò domani. Lui può essere un’opzione importante”.

Domani servirà una gara simile a quella dell’andata? “Le gare hanno sempre una storia a se, con episodi singoli che la indirizzano. Sicuramente l’approccio dovrà essere quello visto al Velodrome”.

Parolo regista? “Ho tre possibilità: Marco, Murgia o Cataldi. Domani mattina deciderò”.

Chi giocherà esterno a sinistra? “Ci sono due opzioni: Durmisi e Caceres. Martin lo ha fatto nel match d’andata, mentre Durmisi è pienamente recuperato”

Cosa mi aspetto dal Marsiglia? “Dovrà giocare per vincere. Ha una squadra offensiva, con in più Thauvin che non c’era all’andata. I miei ragazzi però sanno cosa dovranno fare. Feriti nell’orgoglio? Sicuramente, ma preferisco sempre affrontare una squadra che arriva da una vittoria che da una sconfitta. Perché se sei stato sconfitto devi trovare il modo di reagire e per noi sarà più difficile”.

CONDIVIDI
15/10/99 Redattore di Novantesimo