#LazioJuventus, Caceres: “A Torino ho imparato la mentalità vincente. Inzaghi mi ha sorpreso”

Martin Caceres, ex difensore della Juventus, con cui ha totalizzato 110 presenze e 7 reti in sei stagioni, vincendo cinque Scudetti, tre Supercoppe italiane e due Coppe Italia, attualmente in forza alla Lazio e dunque uno degli ex della serata, ha rilasciato delle dichiarazioni a Tuttosport in merito alla sfida tra i biancocelesti e i bianconeri in programma all’Olimpico, anche se non potrà scendere in campo causa infortunio: “So che qualcuno mi riteneva e mi ritiene tuttora un giocatore finito, ad appena trent’anni, ma ho sempre lasciato perdere queste provocazioni. La mia volontà è sempre stata quella di tornare in Italia, tra i tanti paesi in cui ho giocato nella mia carriera è quello in cui mi sono trovato meglio, ecco perché ho accettato subito la proposta della Lazio, pur arrivando soltanto a gennaio. A Verona mi sono trovato molto bene, penso di aver lasciato un bel ricordo lì. La Lazio è una squadra con una qualità incredibile, penso a giocatori come Immobile, che è cresciuto tantissimo rispetto ai tempi della Juventus ed è ormai un leader e un cannoniere implacabile, a due talenti bravissimi come Milinkovic-Savic e Luis Alberto, che mi ricorda Isco. Inzaghi, poi, è un allenatore che sa cosa vuole e sa come ottenerlo da noi giocatori. Mi ha stupito molto, al pari di tutta la squadra. Gli anni alla Juventus mi hanno permesso di imparare la mentalità vincente e la cultura del lavoro. Sento spesso Dybala e Cuadrado, mentre è da parecchio che non parlo con Chiellini”

CONDIVIDI