Il tecnico dell’Inter Stefano Vecchi è intervenuto ai microfoni di Premium Sport dopo la vittoria in casa della Lazio:

L’Inter è una squadra che non riesce a giocare con continuità, che non riesce a gestire le partite. Ha parecchi giocatori con qualità individuali spiccate, meno di palleggio, e qualche volta si presta il fianco alle giocate degli avversari. Abbiamo saputo però tirare fuori quelle energie che non eravamo riusciti a tirare fuori nell’ultimo periodo. Oggi mi piacerebbe rendere merito a chi questa maglia l’ha indossata da sempre, come Andreolli, Santon, Pinamonti, anche se in tanti hanno giocato bene. Va dato merito a tutti, hanno disputato una buona gara. Dal punto di vista fisico anche col Sassuolo abbiamo fatto una buona gara, ma bisogna correre con un senso. Le motivazioni? Si trovano dalla voglia di non fare brutte figure, cercando di responsabilizzare i giocatori. Questa squadra non può avere questa classifica”.
Su Gabigol: “Voleva giocare? Può darsi. Tutti quelli che sono in panchina vogliono giocare. Le aspettative su di lui erano alte, non è sempre esclusivamente colpa dell’allenatore. Deve mettere le sue qualità al servizio del gruppo. Mi dispiace non abbia giocato, sarà per la prossima volta. In quest’organico ci sono giocatori come Icardi, Eder e anche Palacio, che fa tutti gli allenamenti a mille all’ora e dovrebbe essere esempio per i giovani”. Le parole riportate da Tuttomercatoweb.

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008