Lazio, Tare: “Ho seguito Milinkovic per mesi, non allenerò mai un club. Inzaghi alla Juve? Non ora”

Igli Tare

Il direttore sportivo della Lazio Igli Tare ha concesso un’intervista a La Gazzetta dello Sport dove ha trattato diversi argomenti, tra cui l’acquisto di Milinkovic Savic e il futuro d Simone Inzaghi.

Non esiste un ‘metodo Tare’ e non ho osservatori perché non amo lavorare in tanti. La cosa che fa davvero bravo un ds è capire prima come diventerà un calciatore sconosciuto. E vederlo non basta: ci devi parlare”.

Tare continua parlando di Milinkovic, arrivato nell’estate del 2015 dopo un duello sul mercato con la Fiorentina: “L’ho monitorato al Genk per mesi e poi sono andato a prenderlo. La Fiorentina contattò solo il padre e Sergej andò al Franchi solo per rispetto nei suoi confronti, poi rispettò me e il rapporto creato con i suoi agenti. Funziona così”.

“Io allenatore? Se mai sarà, solo l’Albania, non un club. Futuro? Mi hanno avvicinato diversi club ma mi viene difficile pensarmi lontano dalla Lazio. E’ una creatura che ho cresciuto e dopo 13 anni ce l’ho proprio dentro il cuore”. A proposito di allenatore, da diversi mesi si parla di Inzaghi successore di Allegri sulla panchina della Juventus: “Non mi infastidisce sentirlo: si cresce, ma devono ancora succedere cose e passare un paio d’anni”, riporta Tuttomercatoweb.

Guarda Anche...

CONDIVIDI
15/10/99 Redattore di Novantesimo