Lazio, Tare e i dodici punti mancanti: gli episodi ‘incriminati’ evidenziati dalla società

Igli Tare

Il direttore sportivo della lazio, Igli Tare, continua ad analizzare i diversi episodi sfavorevoli, per via del Var, che si sono manifestati contro i capitolini.

L’ex attaccante del brescia, infatti, ha dichiarato la mancanza di circa dodici punti in classifica, che avrebbero proiettato la squadra biancoceleste ai vertici della classifica insieme a Napoli e Juventus.

Ecco tutti gli episodi che avrebbe danneggiato il percorso degli uomini di Simone Inzaghi:

Fiorentina-Lazio 1-1: siamo sull’1-0, Veretout in ritardo spinge Parolo. Fallo evidente sulla linea dell’area di rigore, invece risulta essere netto il fallo di Caicedo su Pezzella per l’1-1 a finale.

Lazio-Torino 1-3: appena prima del fischio della fine del primo tempo, Immobile prova a mettere la palla al centro, Iago falque intercetta con la mano. Poco dopo, sempre lo stesso attaccante napoletano, viene espulso per un presunto colpo dato a Burdisso.

Milan-Lazio 2-1: 0-0 e squadre alla continua ricerca del goal; per i rossoneri arriva tramite un tocco di braccio di Patrick Cutrone. Da annullare.

Lazio-Juventus 0-1: alla metà del secondo, con il risultato di 0-0, tempo Lucas Leiva viene affossato da Benatia con un calcio. Contatto evidente.

Cagliari-Lazio 2-2: Barella abbatte Immobile in area, rigore netto. Poco dopo, sull’1-0 per i sardi, Ceppitelli con un autogoal pareggia i conti.

Non vogliamo in nessun modo discutere il lavoro degli arbitri del nostro campionato, volevamo solo evidenziare le occasioni che hanno preceduto le lamentele dell’allenatore laziale.

 

CONDIVIDI
Classe 1994, studia Scienze Politiche e Relazioni Internazionali. Sabino di nascita e napoletano di adozione, coltivo la passione per il calcio e per la scrittura tanto da analizzare tutto ciò che ruota intorno a tale sport. Obiettivi futuri? Descrivere un calcio che unisce e da speranza a tutte le persone, senza differenze tra colori e categorie.