Lazio, Parolo: “Contro il Salisburgo grande partita. Il mio gol? Uno dei più belli che abbia mai fatto”

Parolo

E’ stata una grande prestazione quella offerta dalla Lazio nel match di ieri sera contro il Salisburgo, valevole per l’andata dei quarti di finale di Europa League e vinto dai biancocelesti con il risultato di 4-2.

Nel trionfo, è stato ancora una volta decisivo Ciro Immobile, che ha seguito Felipe Anderson nelle marcature ed ha permesso alla squadra di mettere la vittoria in cassaforte e fare un passo in avanti verso la conquista delle semifinali.

Tra i marcatori sono presenti anche Lulic e Parolo, con quest’ultimo che è stato in grado di segnare un gol di pregevole fattura con un colpo di tacco. Lo stesso centrocampista ha poi parlato ai microfoni del sito ufficiale del club, analizzando la partita, parlando del suo gol e anche dei prossimi impegni, quali il match di ritorno e quello di campionato contro l’Udinese.

Ecco le parole di Parolo:

“Il Salisburgo non perdeva da tanti anni in Europa, è una squadra intensa, noi abbiamo giocato su buoni ritmi e riuscendo a colpirli al momento opportuno. Quello di ieri è uno dei miei gol più belli, mi piace rivederlo, lo tengo stretto anche perché ci ha consentito di conseguire una importante vittoria: era l’unico modo che avevo per spingerla in porta perché ero leggermente avanti, ho letto bene la traiettoria, è stato tutto perfetto. La squadra ha fornito una grande partita, noi abbiamo segnato ieri ma tutti in questo gruppo trovano il gol e riescono a fornire il proprio contribuito: abbiamo disputato tutti una grande partita, da Radu a Leiva, fino a Milinkovic e Basta. Abbiamo dimostrato di esserci e di tenere a questa competizione: siamo in vantaggio in vista del secondo tempo. All’intervallo il mister ci ha detto che dovevamo stare tranquilli e pensare solo alla partita, stavamo facendo bene, non dovevamo lasciarci innervosire. Siamo stati bravi a ripartite subito, era importante, potevamo realizzare anche qualche gol in più. Al ritorno dovremo disputare la stessa partita dell’andata. L’Udinese è una squadra tosta, in casa è ancora più fisica, si impegnerà tanto e noi cercheremo di dare filo da torcere per centrare un posto nella prossima Champions anche passando dal campionato. Sul rigore secondo me non c’era fallo: parlando arbitri ci innervosiamo, non dobbiamo farlo”.

Guarda Anche...

CONDIVIDI