In casa Lazio è arrivata un’ondata di novità. Per la prima volta in Italia, infatti, nello staff del settore giovanile di una squadra di Serie A è arrivato uno straniero.

E’ il caso di Joop Lensen, collaboratore del tecnico Mauro Bianchessi, che ai microfoni di voetbalzone.nl ha spiegato il suo modo di lavorare ed illustrato gli obiettivi:

L’Italia ha una grande tradizione nel calcio, mi è sembrato strano quando mi hanno chiamato. Mai uno straniero, prima di me, aveva diretto il settore giovanile di un grande club italiano”. Questione di metodi: “In Italia conta il risultato, io invece ho sempre cercato di guardare il singolo. Questo richiede un diverso approccio alle partite: i cambi, la formazioni, etc”.

Una parentesi, infine, su un ex calciatore biancoceleste, ceduto in estate al Southampton, Wesley Hoedt“Non aveva alle spalle una stagione completa in Eredivisie. Tutti dicevano che eravamo pazzi a prenderlo, invece abbiamo puntato su di lui. Prima ha vinto la Supercoppa, poi è stato venduto al Southampton con un ottimo guadagno”.

CONDIVIDI
Ho 22 anni e nella vita studio, per l'esattezza frequento la facoltà di Culture digitali e della Comunicazione alla Federico II di Napoli. Sogno di vivere un giorno grazie al giornalismo sportivo. Amo la musica e suono la chitarra da circa dieci anni. Redattore anche di IamNaples.it

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008