Simone Inzaghi, tecnico della Lazio, ha parlato in conferenza alla vigilia del match di Europa League contro l’Apollon Limassol, valido per la prima giornata della fase a gironi. Di seguito le sue parole:

Sui fantasmi della scorsa stagione: “La gara di Salisburgo vorrei rigiocarla ma quanto fatto rimane un grandissimo percorso. Il ritorno dei quarti è andato male, ma adesso dobbiamo pensare a domani. Dovremo fare subito bene perché il girone è complicato. Sappiamo che per noi l’Europa è importante, ho giocatori di livello e domani ci sarà qualche cambio per far trovare a tutti la condizione. Domenica abbiamo conquistato una vittoria importante, con tre punti ottimi su un campo difficile”.

Sulla gestione della rosa nella competizione: “Prima di Empoli ho pensato solo al campionato e così sto facendo in vista di domani. Ci saranno tante gare e con il mio staff dovrò capire quali giocatori possono scendere in campo in ogni specifica situazione”.

Durmisi in campo? “Ho ancora due allenamenti, devo valutare alcune cose. Tranne Radu tutti hanno recuperato. Mi prendo ancora tempo per decidere”.

Sugli infortunati: “Berisha oggi farà la prima parte della seduta con noi, ma ci vorrà ancora tempo per vederlo in campo. Le prime sensazioni sono buone. Ramos è tornato in campo, vediamo come reagirà nei prossimi giorni. Entrambi però non ci saranno col Genoa. Su Radu siamo in attesa degli esami, speriamo non sia niente di grave. Su Lukaku rimango fiducioso”.

Cosa manca ancora alla Lazio? “Abbiamo disputato buone partite, ma ai ragazzi ho detto che avevamo abituato tutti a ottime prestazioni. Questo ha portato ad alzare il tiro nei nostri confronti”.

Su Caceres: “Ha la mia massima fiducia. Dopo il Mondiale è arrivato in ritardo, ma mi mette in difficoltà quotidianamente. Ho voluto che arrivasse alla Lazio fortemente, è un giocatore che può giocare in molte posizioni. Domani sarà titolare perché credo in lui”.

Sull’Apollon: “E’ una squadra esperta, con l’età media molto alta. Ha eliminato il Basilea, una formazione che negli ultimi anni ha fatto la Champions. Non dobbiamo assolutamente sottovalutarlo. Dobbiamo esordire nel migliore dei modi”.

Perché è stato escluso Patric dalla lista per l’Europa? “Dovevo scegliere fra lui e Basta. Ho scelto di puntare su Dusan per l’Europa e su Patric per il campionato”.

CONDIVIDI