Alla vigilia del derby con la Roma, in programma domani alle ore 12.30, il tecnico della Lazio Simone Inzaghi ha parlato alla stampa nella consueta conferenza pre partita. Un match importantissimo per i biancocelesti, che vogliono riscattare la sconfitta dell’andata e blindare la qualificazione in Europa League. Queste le sue parole, riportate da Tuttomercatoweb.com:

Sull’affluenza di pubblico: “Quello che si legge è una cosa che mi dispiacerebbe molto, la squadra ha meritato di avere la gente vicina. L’avevo detto dopo il derby di Coppa che ringraziavo i tifosi di averci accompagnato nell’impresa. Spero di essere smentito, so che mancano 24 ore alla partita, spero che al nostro fianco ci sia il derby del ritorno in Coppa. Eravamo in trasferta ma non sembrava”.

Sulla preparazione al derby: “Vorrei partire da una premessa. Leggo di una Lazio serena per un’Europa già centrata. Non è vero, abbiamo partite complicatissime, tra cui quella con la Roma che è favorita. Sappiamo che dovremo fare una grande impresa. Stiamo cercando di prepararla bene. Dovremo fare una partita di corsa e aggressività, oltre ad essere bravi a gsetire le forze. Sarà una gara molto intensa e muscolare”.

Su Inter-Napoli: “Non mi piace guardare in casa di altri. Non lo facevo da giocatore,a ncora di più adesso da allenatore. Pensiamo al derby che sappiamo benissimo quanto valga. Ci saranno scontri diretti, ma noi pensiamo alle 5 gare che restano e alla finale di Coppa Italia”.

Su una Lazio prevedibile: “Non penso, domenica con il Palermo ho giocato col 3-5-2. A volte si dice che gioco così contro le più forti, non è vero. Analizziamo e prepariamo le partite, domani potremmo utilizzare questo modulo, magari con qualche modifica di uomini. Conta l’interpretazione”.

Sulla lotta europea tra Atalanta, Milan e Inter: “Ho rispetto per tutte le squadre, anche per la Fiorentina che non avete nominato. Ha una squadra ben costruita, ha un ottimo tecnico, con l’Inter ha dimostrato di giocarsela con tutte. Non dobbiamo fare troppi calcoli”.

Sull’orario delle 12.30: “Non sono contento di giocare a quest’ora. Il derby si dovrebbe giocare sempre in notturna. So che ci sono delle esigenze, penso comunque che i miei ragazzi siano pronti”.

Sulla Roma: “Avrà una grandissima voglia di rivalsa ma troverà una Lazio pronta. I miei ragazzi possono compiere grandi imprese”.

Sulla difesa: “Dobbiamo essere bravi in entrambe le fasi. L’esempio è la Juve con il lavoro che fa Mandzukic per la squadra. Il nostro obiettivo è una nuova impresa”.

Ancora sulla Roma: “A 3 o a 4, abbiamo incontrato la Roma in entrambi i modi. Lo stesso vale per loro. Grazie alle 3 partite fatte ci conosciamo. Il nostro approccio sarà identico, anche se sarà una partita diversa. Il Palermo era venuto qui per fare una partita per la salvezza, ma in mezzora l’abbiamo messa in discesa. Magari senza quella mezzora sarebbe stata una gara diversa anche coi rosanero. Gli abbiamo tolto certezze. L’approccio deve essere sempre positivo”.

Sull’utilizzo di Keita o Anderson: “Non devo scegliere solo in quella zona di campo. Ci sto pensando, sto valutando. Nell’ultimo allenamento li ho provati anche insieme. Ho questo dubbio, come ho dubbi in difesa, ho dubbi sugli esterni di metà campo. Sono contento di avere i dubbi, vuol dire avere una squadra attrezzata. Sceglierò con la massima tranquillità”.

Sulle coppie di difesa Radu-Lulic e Bastos-Lukaku: “Fanno parte dei dubbi che un allenatore si porta fino alla fine. Dovremo valutare, abbiamo scelte diverse, anche Patric potrebbe giocare al posto di Basta. Dalla parte opposta ho Lukaku e Lulic. Devo ancora valutare, l’allenamento di oggi mi darà altre indicazioni. Dietro ho 5 centrali, ne giocheranno 3”.


Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008