L’allenatore della Lazio Simone Inzaghi ha parlato alla vigilia della sfida contro la Fiorentina: “Per noi vorrebbe dire consolidare il quarto posto. Faremo di tutto per affrontare la Fiorentina nel migliore dei modi, si stanno giocando l’ultimo posto per l’Europa. Qualcuno potrà rifiatare, poi vedremo. Quello che non mi piace è sentire parlare di turnover, di giocatori di prima e seconda fascia. Per me sono tutti di prima fascia, l’ho dimostrato sul campo. Chi più e chi meno sono stati tutti protagonisti di un’ottima stagione. Tutti ci hanno portato in Europa League con tre turni di anticipo e in finale di Coppa Italia. A Roma rimarranno Marchetti, Milinkovic e de Vrij. Marchetti sta recuperando ma è fuori da tanto tempo, penso giocherà Strakosha. Milinkovic e de Vrij hanno avuto qualche problematica dopo la partita con la Samp. Oggi hanno lavorato bene, sono soddisfatto ma con un allenamento sulle gambe non saranno della partita. Da sabato sera, dopo il Franchi, penseremo alla Juve. Ora esigo fare una bella prestazione a Firenze, non sarà facile. Ci siamo preparati, vogliamo fare una buona partita”.

Il tecnico ha proseguito: “Vedendo le altre squadre siamo andati oltre a quella che era la mia fiducia. Ci speravo, siamo stati bravissimi e abbiamo meritato sul campo. Anzi, se penso a certe partite potevamo avere anche più punti in classifica. Ma abbiamo ottenuto un grande risultato con 70 punti a 3 giornate dalla fine, con il maggior numero di vittorie esterne ottenute e il record di punti dell’era Lotito. Nelle conferenze precedenti dicevo che ci mancava ancora qualcosa, mi riferivo alll’Europa League senza preliminari, che avrebbero cambiato il nostro prossimo campionato e la preparazione. Siamo stati la squadra più continua. Ho detto che sappiamo che c’è la Juve, ma ci penseremo soltanto dopo. Siamo in uno stato fisico ottimale, dopo la sconfitta col Chievo avevo detto che vedevo la gente poco contenta. Io invece ero contento perché vedevo una squadra in crescita. Abbiamo continuato a lavorare e ora siamo qui a raccontare l’Europa League e la finale di Coppa Italia”.

 

CONDIVIDI
Classe '97, studente di Economia. Amante del calcio e delle sue sfaccettature a tutto tondo.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008