Secondo una notizia delle ultime ore, le autorità sanitarie locali di Monaco starebbero valutando la quarantena di squadra per la squadra di Flick. I casi di Goretzka e Javi Martinez di fine gennaio sembrano aver aperto un piccolo focolaio di squadra: ai due, che si sono aggregati solo ieri al gruppo squadra, si è aggiunto Thomas Muller trovato positivo l’11 febbraio e anche lui in forte dubbio per la partita d’andata contro i biancocelesti. In ordine temporale l’ultimo arrivato è Pavard, risultato positivo al tampone nella giornata di ieri e certamente indisponibile per l’andata degli ottavi.

Il rischio concreto ora è quello di una quarantena di squadra, ma il regolamento UEFA è chiaro. Un precedente nella stessa competizione fu il turno preliminare dell’11 agosto tra FC Drita e Lienfield: in seguito a 2 positività emerse nei kosovari in prossimità del match, la squadra fu obbligata alla quarantena dalle autorità sanitarie di Nyon, con conseguente vittoria d’ufficio per il club di Belfast. Per evitare precedenti di questo tipo in fasi avanzate della competizione, a fine agosto il regolamento UEFA è stato modificato: in caso di quarantena se sono disponibili almeno 13 giocatori nella lista A (almeno un portiere incluso) la partita si deve comunque disputare nella data prevista, altrimenti si deve riprogrammare in una data successiva compatibile.

Chiaramente per ora si tratta solo di un’indagine e le autorità sanitarie non hanno ancora confermato nulla: è anche vero che, a meno di possibili ribaltoni nei risultati che dovrebbero arrivare nelle prossime ore, attualmente le positività nel gruppo squadra non sembrano essere molte.

In ogni caso le incognite per Flick restano molte. Dopo la vittoria nel Mondiale per Club per 1-0 contro il Tigres, il Bayern ha faticato contro l’Arminia Bielefeld (attualmente terzultima in classifica, a 31 punti di distanza) riuscendo a strappare un 3-3 in rimonta. Ovviamente i bavaresi restano la squadra più forte del mondo ora come ora e restano probabilmente i favoriti per la conquista della Champions stessa; nonostante questo, il problema tamponi si aggiunge a una serie di assenze per infortunio che hanno comunque minato il blocco titolare.

Come già detto, Muller proverà a recuperare in extremis, ma il tedesco è imprescindibile nel 4231 di Flick e una sua assenza sarebbe pesante da digerire; Lewandowski rischia di essere in un tridente “inedito”, supportato sicuramente da Sanè ma non da Douglas CostaGnabry, entrambi assenti per infortunio; a centrocampo Goretzka proverà a recuperare, nonostante non si alleni da molto causa quarantena e certamente sarà assente Tolisso (operato oggi stesso per rottura del quadricipite sinistro, almeno 3 mesi di stop); infine in difesa come già detto non vedremo Pavard, mentre Boateng proverà a recuperare dopo lo stop per motivi personali, in seguito alla morte della ex-fidanzata.

Inzaghi dal canto suo ha ribadito in conferenza stampa quanto sia importante non perdere la concentrazione nel match di campionato contro la Samp: proprio per questo, al netto delle scelte obbligate in difesa, non farà turnover mantenendo Leiva, Luis Alberto, Correa e Immobile nel blocco titolare. Come già abbiamo osservato, l’obiettivo principale sarà mantenere il passo in campionato; è anche vero però che, nonostante i pronostici, il match contro il Bayern resta una partita molto affascinante. Affrontare la squadra più forte del mondo è di per sé un’occasione allettante per un calciatore, ma farlo quando sembra essere leggermente più vulnerabile del normale può dare ulteriori motivazioni.

Il gruppo ha già dimostrato di saper affrontare grandi squadre con personalità, basti pensare alla partita pressoché perfetta all’Olimpico contro il Dortmund (arrivata dopo aver perso 3-0 in campionato proprio contro la Sampdoria): per passare il turno, defezioni o meno, serviranno due partite ancora più che perfette e una buona dose di fortuna. Il pressing totale di Flick, altrimenti, potrebbe rivelarsi letale per l’impostazione dal basso laziale.

CONDIVIDI
Classe '99, sono di Roma e tifo Lazio. Attualmente studio Scienze Statistiche. Appassionato di calcio, della tattica e dei numeri.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008