“Sapevo che Simone Inzaghi sarebbe diventato un grande allenatore, ci incontrammo da tecnici quando allenavamo gli Allievi Nazionali e conosceva già tutti i giocatori. Quello che mi ha stupito, pur conoscendo la sua grande preparazione, è la sua capacità di leggere le partite, che finora ha fatto la differenza in favore della Lazio”

Arrivano i complimenti, anche di Roberto Muzzi, ex attaccante biancoceleste, alla Lazio, che sottolinea come il lavoro di Simone Inzaghi stia pagando. Muzzi ha parlato anche di Luis Alberto e dell’Europa League: “Credo che sia fondamentale la fiducia dell’allenatore e della società. Quando uno dei più grandi giocatori di sempre, Zidane, è venuto in Italia, ha impiegato mesi per ambientarsi. Serve pazienza, soprattutto con i giocatori stranieri”.

“L’europa? Se la Lazio ha battuto il Vitesse fuori casa, con gli olandesi che sono un’ottima squadra molto più di quanto non si sia detto, può sicuramente puntare alla vetta del girone. L’Europa può incidere sul campionato, è stato così, ma i gruppi di valore non si fanno mettere in difficoltà. Per me ad esempio in Serie A, nonostante l’impegno europeo, la sorpresa sarà ancora l’Atalanta”.

CONDIVIDI
Nato nel 96' nella città "Superba per uomini e per mura" il destino mi ha concesso di innamorarmi del calcio, e quindi del Genoa. Grande appassionato di sport in generale, studio Giurisprudenza all'università di Genova e provo a raccontare il calcio, una parola alla volta, un'emozione dopo l'altra.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008