Gianni Di Marzio, ex allenatore tra le tante di Napoli e Catanzaro ed attuale opinionista, ha rilasciato la seguente intervista ai microfoni di Lalaziosiamonoi.it, presentando la sfida di questa sera tra Lazio e Napoli, gara che promette spettacolo.

Che partita sarà Lazio – Napoli?

“Domani sera sarà una partitissima, una gara molto aperta da tripla. Lazio e Napoli sono due squadre che hanno ottimi allenatori, giocano bene e mostrano un calcio propositivo”.

Un suo giudizio su Simone Inzaghi?

“Inzaghi è il giovane allenatore migliore che c’è in circolazione. Insegna calcio, riesce a preparare bene e leggere le partite mettendo in campo la squadra migliore e facendo i cambi giusti. Inoltre riesce a far arrivare i giocatori pronti a livello atletico. Ha veramente tutte le qualità per diventare un grande allenatore”.

Dove può arrivare la Lazio tra campionato ed Europa League?

“La Lazio in campionato lotterà per un piazzamento Champions. In Europa non si sa dove possa arrivare, dipende dalla mentalità, ma credo che possa comunque andare molto lontano”.

Che ne pensa del lavoro del presidente Lotito e del ds Tare?

“Hanno sempre lavorato bene, facendo cose buonissime. Tare ha scoperto profili importanti poi diventati grandi giocatori. Il presidente Lotito ha sempre dimostrato il suo legame con il club, ha fatto di tutto per non farlo fallire e l’ha riportato a grandi livelli. Anche se all’inizio, qualche anno fa veniva contestato, adesso i tifosi devono dare atto di aver fatto le cose per bene e seriamente”.

Tra Immobile e Mertens chi sceglierebbe?

“Tra Immobile e Mertens veramente non saprei chi scegliere perché sono tutti e due molto bravi”.

A che livello può arrivare Milinkovic-Savic?

“Tutto dipende da lui. È già molto forte, ma ha grandissimi margini di miglioramento. Se continua ad avere la mentalità giusta può arrivate veramente a grandissimi livelli. Può essere un futuro top player”.

CONDIVIDI
Classe 1998, studio Lettere Moderne. Da sempre dipendente dal calcio e dall'Inter.