Lazio, Correa: “Inzaghi mi dice di aver pazienza, darò il meglio in ogni occasione”

Tifosi lazio

La Lazio si prepara ad affrontare il Marsiglia nell’importante sfida di Europa League. Il centrocampista biancoceleste Joaquin Correa ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match dell’Olimpico, di seguito quanto riportato da Tuttomercatoweb.

Un giudizio sui miei primi mesi alla Lazio? “Da quando sono arrivato il gruppo mi ha fatto sentire bene, sentire importante. Sapevo che ci sono tanti giocatori di livello, per una squadra con una rosa lunga e competitiva. Sono pronto per dare il mio meglio per la Lazio“.

Il mio impiego a gara in corso? “Io come tutti i giocatori vogliono essere impiegati sempre. Adesso però il mio obiettivo è dare il massimo in ogni occasione, sia da titolare che a gara in corso. La mentalità deve essere la stessa”.

L’espulsione a Francoforte? “E’ una cosa passata. Non era una scelta corretta ma tutti possono sbagliare“.

Differenze fra primo e secondo posto nel girone? “Noi scendiamo in campo per vincere. Sempre. Il primo o il secondo posto in questo momento non è un pensiero che ho. Io penso a vincere domani. E poi a vincere domenica”.

Io l’arma in più per la Lazio? “Il mister deve scegliere e spesso inizio a gara in corso. Non so se questo è il mio ruolo all’interno della Lazio, ma lui mi dice sempre di avere pazienza, perché tutti hanno l’occasione di giocare. Sia da titolare che a gara in corso la mia voglia di far bene sarà sempre la stessa”.

Il ruolo da esterno? “Posso giocare sia lì che da trequartista, da seconda punta o da prima. Quello in cui mi trovo meglio è quello da mezzapunta ma posso giocare ovunque mi chieda il mister”.

Lucas Ocampos? “Lo conosco dai tempi delle Nazionali giovanili. Quello della Nazionale è un sogno a cui penso, per tornare presto importante per il mio paese. Per farlo, però, dovrò fare il bene della Lazio e ripagare la fiducia della società e dei tifosi”.

CONDIVIDI
15/10/99 Redattore di Novantesimo