In un periodo storico dove ciò che conta è ottenere visualizzazioni, anche la notizia più sterile può divenire terreno fertile capace di far fruttare un enorme quantitativo di articoli. Quante volte abbiamo visto servizi o articoli su qualsiasi cosa che riguardasse Cristiano Ronaldo e che fosse successa fuori dal campo? Adesso, però, è il turno di Zlatan Ibrahimovic e la sua presenza a Sanremo.

Il festival e il turno infrasettimanale

A far storcere a tanti il naso è stata la concomitanza tra il festival della canzone italiana e il turno infrasettimanale, in cui il Milan dovrà affrontare l’Udinese di mister Gotti. Secondo quanto riportato da Gazzetta.it, anche diverse glorie rossonere avrebbero storto il naso dinanzi a questa storia: per Fabio Capello, “la società avrebbe dovuto impedirlo” mentre per Arrigo Sacchi la squadra viene prima del singolo, dovrebbe essere Ibra a declinare facendo un gesto enorme“.

L’accordo per partecipare al festival

Una domanda, leggendo queste dichiarazioni, sorge spontanea. Ibra quando ha preso accordi per essere ospite al festival? Prendere un accordo simile a campionato incorso potrebbe giustificare il sorgere di diverse polemiche, ma prenderlo ancor prima della stagione ovvero ancor prima di rinnovare col Milan, potrebbe tranciare tutto di netto, stante il fatto che – ad accordi fatti – la decisione di rispettare o meno la parola data spetta ad un professionista quale Zlatan Ibrahimovic è, il resto è aria fritta.

Le parole di Maldini

A stemperare dunque tutto, con massima serietà, è stato il direttore tecnico del Diavolo, Paolo Maldini, ex capitano storico dei rossoneri: “L’anno scorso abbiamo tardato a rinnovarlo, c’era una situazione all’interno del club un po’ particolare. Lui ci ha detto che aveva già preso un impegno, senza spiegarci quale. Poi – riporta Sky si è scoperto che era il Festival di Sanremo. Siamo assolutamente in grado di gestire una situazione del genere: ci sono un club serio e un professionista serio”.

Con queste parole Maldini, non solo ha lanciato un messaggio sul tenore del gruppo che in questi anni ha costruito, ha anche spento ogni polemica ridondante intorno al binomi Sanremo – Ibrahimovic.

L’infortunio di Ibra

Tutto finito? Naturalmente no, perché – ironia della sorte – ieri, durante la partita contro la Roma, lo svedese è uscito dal campo a causa di un problema all’adduttore. Ed ecco, che già dalla sera stessa, ritorna ad infuriare la tempesta di notizie a tema. Da parte di Mister Pioli è filtrato un leggere ottimismo, in quanto questi spera che si tratta semplicemente di un affaticamento.

Parlare poi si dove si allenerà durante la settimana, cosa mangerà a pranzo e cena o quale canzone canterà (se canterà) non è questione da trattare in questa sede.

Notizie “fuoricampo”

Un’ultima considerazione in tema sembra tuttavia pertinente: lasciando stare il personaggio che Ibra si è costruito e quanto fatto di recente, tanto si potrebbe ugualmente dire di lui. Si potrebbe trattare – per esempio – della sua media goal/ minuti giocati oppure dei suoi recenti problemi con i calci di rigore; si potrebbe analizzare la sua centralità nel 4-2-3-1 di Pioli. Ma queste notizie circolerebbero alla stessa velocità di quella inerente alla sua partecipazione a Sanremo? Il problema sta nel fatto che uscire dal campo, anche sul fronte delle news, fa particolarmente gola. E la gola, si sa, è pur sempre uno dei sette peccati capitali.

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista dal 2017, tifoso del Milan dal 1996. Nato a Catania, studia giurisprudenza e ama scrivere di calcio ed attualità. Ha pubblicato un libro dal titolo "CircoStanze" con la casa editrice "Prova d'Autore".

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008