In Champions League siamo già arrivati al rush finale, mancano solo le tre partite di ritorno e poi la fase a gironi sarà terminata. Vivono situazioni molto intricate tre delle quattro italiane coinvolte, con la sola Juventus a fare eccezione perché già quasi qualificata. L’Inter si ritrova ultima nel proprio girone e con pochi calcoli da poter fare. A sorpresa la Lazio è prima ma il girone è molto equilibrato e ci sarà ancora da lottare. Infine, l’Atalanta se la vede con l’Ajax in un testa a testa serrato per la conquista del 2° posto.

Vediamo però nel dettaglio la situazione di tute e quattro le squadre italiane, dando uno sguardo alla classifica e ai prossimi match da disputare, ricapitolando ovviamente anche le partite già giocate nel girone.

Girone B – INTER, Real Madrid, Shakhtar Donetsk, Borussia Moenchengladbach.

Classifica: Borussia M. 5, Shakhtar D. 4, Real Madrid 4, Inter 2.

E’ già con un piede fuori dalla competizione l’Inter di Antonio Conte, che ha praticamente bisogno di un miracolo per qualificarsi. Sembrava in discesa la strada dopo la sconfitta inattesa del Real Madrid contro lo Shakhtar, eppure i nerazzurri non sono mai riusciti a vincere. Difatti sono arrivati due pareggi, 2-2 con il Borussia M. e 0-0 contro gli ucraini, e una sconfitta per 3-2 contro i Blancos.
L’Inter è con un piede nella fossa, per uscirne serve collezionare almeno sette punti nelle ultime tre partite, e forse neanche basterebbe.
Il rush finale inizia mercoledì contro un Real Madrid in crisi e senza Ramos, Valverde e Jovic, mentre Benzema resta in dubbio. E’ comunque un impegno complicato, ma sicuramente le assenze possono aiutare i nerazzurri. Si chiude rispettivamente con Borussia in Germania e poi con lo Shakhtar a San Siro. Alla prima sconfitta l’Inter può considerarsi eliminata, o meglio, meritatamente eliminata. La passa passa a Lukaku e compagni.

Girone D – Atalanta, Liverpool, Ajax, Midtjylland.

Classifica: Liverpool 9, Ajax 4, Atalanta 4, Midtjylland 0.

Situazione diversa rispetto all’Inter per l’Atalanta, visto che qui abbiamo un fanalino di coda che tale dovrebbe restare. Se il Liverpool è a punteggio pieno e spedito verso la qualificazione, è con l’Ajax il testa a testa per l’altro slot per gli ottavi.
La Dea ha approcciato al girone con un perentorio 4-0 contro il Midtjylland, per poi pareggiare per 2-2 contro i lancieri d’Olanda. E’ con i Reds che è arrivata la vera batosta: un 5-0 subito a domicilio senza alcuna resistenza. La corsa riprende mercoledì ad Anfield contro gli uomini di Klopp, eppure è sottinteso che la vera sfida qualificazione è all’ultima giornata. E’ contro l’Ajax che l’Atalanta si gioca tutto, sfida molto equilibrata e dal sicuro spettacolo. A meno che il Midtjylland non si stanchi di recitare il ruolo di comparsa e voglia dire la sua. Ipotesi difficile, ma mai dire mai, specie in Champions League.

Girone D – Lazio, Borussia Dortmund, Club Brugge, Zenit.

Classifica: Borussia D. 6, Lazio 5, Club Brugge 4, Zenit 1.

Era partita alla grande al debutto con l’inatteso successo netto contro il Borussia Dortmund per 3-1. Successivamente però, complici le tante defezioni tra COVID e infortuni, la Lazio è calata pareggiando per 1-1 con Club Brugge e Zenit. Tuttavia, la situazione resta positiva per gli uomini di Simone Inzaghi, che vincendo domani sera contro i russi potrebbero compiere un ottimo passo verso la qualificazione. La quinta giornata sarà contro un Dortmund in gran forma in campionato trascinato dall’uragano Håland. L’ultimo match sarà contro il Club Brugge, probabilmente la sfida più importante delle tre restanti vista la classifica.
C’è comunque ottimismo tra i biancocelesti, poiché esiste anche una possibilità che venga agguantato il primato. In tal caso, urge un’altra vittoria contro il Borussia, impresa che vista l’andata non può più definirsi tale come al momento dei sorteggi.

Girone G – Juventus, Barcellona, Dynamo Kiev, Ferencvarosi.

Classifica: Barcellona 9, Juventus 6, Dynamo Kiev 1, Ferencvarosi 1.

Tutto come previsto nel girone della Juventus, dove il discorso qualificazione sembra già archiviato per i bianconeri e il Barcellona. L’ufficialità potrebbe giungere già domani sera in caso di vittoria di entrambe contro i modesti avversari. A passaggio del turno agguantato poi ci sarà il doppio testa a testa, rispettivamente per il primato del girone e per il 3° posto che vale l’Europa League.
Parte sfavorita per il 1° posto la Juventus visto che, dopo aver vinto per 2-0 al debutto contro la Dynamo Kiev, ha perso con lo stesso esito contro il Barcellona. Con il Ferencvarosi è arrivato il successo per 4-1, troppo ampia la differenza tra le squadre. Domani ci sarà il ritorno contro gli ungheresi, sfida che, come detto, potrebbe regalare la qualificazione anticipata ai bianconeri. In seguito si ospiterà la Dynamo, mentre si chiuderà in Catalogna per provare il miracolo della testa del gruppo.

Ricordiamo che in caso di arrivo a pari punti si terrà conto dei seguenti criteri:
Maggior numero di punti negli scontri diretti (classifica avulsa);
Miglior differenza reti negli scontri diretti;
Maggior numero di gol segnati negli scontri diretti;
Maggior numero di gol segnati fuori casa negli scontri diretti;
In caso di più squadre a pari punti, se utilizzando i criteri dall’1 al 4 due squadre sono ancora pari, questi criteri vengono riutilizzati considerando i soli incontri fra queste due;
Miglior differenza reti generale del girone;
Maggior numero di gol segnati nel girone;
Miglior coefficiente Uefa.

CONDIVIDI
Classe 1998, studio Lettere Moderne. Da sempre dipendente dal calcio e dall'Inter.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008