La perla a tinte rossonere di Maiorino: Suso

Suso

Questi giorni sono forse un po’ tristi per i tifosi del Milan, anche un filino infuriati sui social per diverse motivazioni. Alcuni esuberi stanno facendo di tutto per non lasciare il Milan e quindi bloccando la dirigenza rossonera per un ultimo colpo in entrata, magari a centrocampo o per l’esterno.

Solo questo? No, qualcuno ha ancora la nausea degli ultimi giorni di mercato degli anni scorsi, infatti i tifosi hanno sempre atteso le ultime ore di mercato per sperare di prendere qualche occasione last minute per migliorare la rosa, per fortuna quest’anno è arrivata la programmazione.

Eppure un gioiello dalla vecchia dirigenza è stato regalato: Suso. Arrivato nell’ironia milanese derivante dal fatto che nell’altra Milano arrivavano Podolski e Shaqiri, mentre i rossoneri chiudevano soltanto Suso come colpo, soltanto… a pensarlo ora non fa ridere, di più. Chi ha chiuso quel colpo? Rocco Maiorino, ex direttore sportivo rossonero, sostituito da Mirabelli. Lo spagnolo è il top player di questo Milan, giocate che ti svoltano la partita, ottime punizione, un tocco e un tiro a giro sempre pronto a far danni, dribbling che fanno fare ”ooooh” a San Siro, mancava un giocatore così.

Il Milan l’ha pagato veramente poco dal Liverpool, nonostante le valutazioni dei quotidiani italiani è un giocatore che non vale meno di trenta milioni di euro. Ora arriverà un rinnovo verso i tre milioni di euro, meritatissimi. A fine carriera i ds sfoggiano le proprie perle sulle collane d’oro, ora l’ex dirigente del Milan forse ne avrà soltanto una a fine carriera, essendo ancora senza squadra, ma bella da morire…

CONDIVIDI
Pasquale Rosolino, 92 d'annata. Editore di Novantesimo.com. Troppo malato di calcio, se non sto scrivendo ne sto parlando e se non ne sto parlando? Sto sognando! Editor per Visit Naples.