Il calciomercato inizierà ufficialmente lunedì prossimo, quindi il 4 gennaio, e tra le squadre che necessitano di qualche rinforzo c’è sicuramente la Lazio. La squadra biancoceleste, a differenza di anno scorso, ha riscontrato diversi problemi in campionato e la classifica evidenzia le difficoltà degli uomini di Inzaghi.

Il momentaneo ottavo posto deve allertare la dirigenza laziale, che già nel mercato estivo non ha compiuto acquisti particolarmente entusiasmanti. Negli ultimi anni la Lazio non si è mai contraddistinta per aver messo a segno una grande quantità di arrivi ma ha preferito puntare su pochi giocatori ma di qualità, riuscendo spesso nell’impresa. Di recente questo invece non è avvenuto e nella sessione invernale la Lazio ha il dovere di regalare a mister Inzaghi qualche rinforzo.

Fasce da migliorare

La squadra di Inzaghi punta molto sulla spinta offensiva degli esterni ma è chiaro che serva almeno un giocatore in più. L’infortunio e le prestazioni non convincenti di Fares, oltre allo stop di Lulic che sta durando a lungo, hanno costretto Marusic ad occupare la fascia sinistra mentre Lazzari è fisso su quella opposta. Negli ultimi giorni è uscito il nome di Lazovic del Verona ma sarà difficile strapparlo all’Hellas, specie nel mercato di gennaio dove il tempo a disposizione per rimediare alle cessioni è ristretto e Darko rappresenta un giocatore importante per Juric. Un’altra soluzione, questa decisamente più fattibile, riguarda il possibile ritorno di Romulo, attualmente svincolato e con un passato di 6 mesi con la maglia biancoceleste (arrivato nel gennaio del 2019 fino al termine della stagione).

La Lazio non deve obbligatoriamente cercare il nome di qualità, almeno a gennaio, ma di certo serve almeno un rinforzo per mantenere Lazzari e Marusic titolari ma con la garanzia di avere un ricambio per far rifiatare i due appena citati. E’ questa la priorità in casa Lazio.

Fattore centrocampo, servono risposte

Non sarà semplice un acquisto in quel reparto ma di certo ad Inzaghi non dispiacerebbe un rinforzo a centrocampo. Lucas Leiva convive perennemente con infortuni e le prestazioni altalenanti di Luis Alberto e Milinkovic-Savic hanno ridotto la qualità di un reparto che negli anni scorsi è stato il fattore delle tante vittorie in campionato e della lunga rincorsa che ha portato Inzaghi in Champions League. Abbiamo spiegato in precedenza come la Lazio debba prima di tutto concentrarsi sull’esterno ma se c’è l’opportunità non va trascurata l’ipotesi di rinforzare il centrocampo. Qui la situazione è diversa. Se per gli esterni il rinforzo serve più per la quantità che per la qualità, a centrocampo Inzaghi gradirebbe un acquisto da poter schierare titolare e non solo da semplice riserva, in modo da aumentare il livello qualitativo in mezzo al campo.

Attacco e il “caso Caicedo”

L’attacco è un reparto delicato per la Lazio. Immobile, Correa, Caicedo e Muriqi, quattro nomi per due posti, sembrerebbe tutto a posto. Si e no. La Lazio non ha eccessiva necessità di intervenire ma di recente è nato un caso intorno a Caicedo con l’ipotesi di una lite tra l’attaccante e Simone Inzaghi. Non sono arrivate conferme ufficiali ma ci sono state indiscrezioni su una possibile partenza del giocatore a gennaio (Fiorentina?). Al momento sembrerebbe più probabile la permanenza, almeno fino al termine della stagione, ma è chiaro che se Caicedo dovesse partire nelle prossime settimane allora servirà un rinforzo.

In generale, però, il reparto offensivo non ha reso secondo le aspettative. Immobile non sempre decisivo come anno scorso, Correa deve fare i conti con i soliti infortuni mentre Muriqi tra problemi fisici e prestazioni sottotono fin qui non ha ancora dimostrato di valere i 20 milioni di euro spesi in estate. Caicedo è sempre l’arma in più dalla panchina e una buona soluzione dal primo minuto, per la Lazio sarebbe un bene non privarsene a gennaio.

Se tutto dovesse rimanere così, quindi nessuna cessione nel mercato invernale, sarebbe superfluo concentrarsi su un acquisto in attacco visto che le priorità sono altre. Certo, tra infortuni e rendimenti tra alti e bassi dei vari giocatori ci si aspettava complessivamente di più ma la dirigenza deve focalizzarsi prima sulle fasce e poi sul centrocampo. Acquistare in attacco avrebbe senso solo in caso di una cessione o al massimo solamente dopo aver sistemato gli altri due reparti.

La difesa si affida ad Acerbi

Difensivamente la Lazio continua ad aggrapparsi a Francesco Acerbi, leader indiscusso del reparto arretrato, sia per qualità che per carisma. Il mercato della Lazio si è aperto con la cessione di Vavro al Genoa ma si dovrà aspettare l’annuncio ufficiale. Il centrale ex Copenaghen non ha mai convinto Inzaghi e quindi nelle rotazioni del tecnico, specie in questa stagione, non ha trovato spazio ed era considerato pochissimo. In caso di emergenza Inzaghi arretra Parolo nei 3 di difesa, il classe ’85 ormai è da valutare più come centrale difensivo che come centrocampista.

Un rinforzo anche in difesa potrebbe aiutare Inzaghi, si parla di un reparto che non ha problemi numericamente ma che si aggrappa continuamente ad Acerbi.

Per inseguire le squadre piazzate meglio in classifica e per rientrare almeno in Europa League al termine del campionato, Inzaghi si aspetta di ricevere rinforzi principalmente sulle fasce e a centrocampo. I biancocelesti dovranno poi sfidare il Bayern Monaco agli ottavi di Champions League, impegno molto complicato ma servirà onorarlo al massimo. Qualche rinforzo potrebbe rivelarsi utile anche in quest’ottica.

CONDIVIDI
15/10/99 Redattore di Novantesimo

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008