La Bundesliga riparte a porte chiuse e con 5 sostituzioni

Bundesliga Post Coronavirus

A distanza di una settimana dalla ripartenza di un dei Top 5 Campionati Europei, tiriamo le somme sulla ripresa della Bundesliga parlando di una delle novità che ha fatto più discutere: la “rivoluzione” dei 5 cambi.

La Bundesliga è un calcio troppo diverso?

In effetti potrebbe essere molto utile, ma non vorrei snaturasse troppo il gioco. Pensate a una squadra che, nel finale di partita, inserisce quattro o cinque attaccanti magari per rimontare un risultato che la svantaggia.” Sono le dichiarazioni di Frank Baumann, ex centrocampista e oggi Direttore Sportivo del Werder Brema, raccolte dall’Ansa.

Per chi ancora non lo sapesse, si parla della nuova regola voluta dall’IFAB (International Football Association Board) che prevede 5 possibili sostituzioni distribuite su 3finestretemporali per venire incontro alle esigenze dei vari club che si ritroveranno ad affrontare un finale di campionato in condizioni alquanto particolari, con tanti impegni ravvicinati e un alto rischio infortunio per i giocatori che ricordiamo, vengono da 2 mesi di parziale inattività.

La nuova regola prevede inoltre un’ulteriore “finestra” e una sesta sostituzione nelle partite che prevedono i tempi supplementari. Werder BremaBayer Leverkusen è stata la partita che ha visto ben 10 sostituzioni (5 per parte) con le due squadre che si inseriscono nell’elenco delle 10 squadre su 18 che hanno sfruttato tutti e 5 i cambi a loro disposizione.

Pochi giorni fa sono arrivate anche le parole di Rizzoli che apre a questa nuova regola per la ripresa del Campionato di Serie A: “È una proposta importante, ne abbiamo parlato. In una fase in cui bisognerà affrontare tante partite una dietro l’altra è giusto andare incontro alle società, tra pochi giorni la proposta potrebbe essere validata dall’IFAB.” (Via Sky Sport)

Fonte: Fanpage

Pro e Contro della ripartenza della Bundesliga

L’arrivo della calda stagione estiva e con impone la necessità di dover recuperare la condizione atletica in poco tempo, e in questo senso la nuova norma pone sotto la lente alcuni fattori interessanti. Infatti oltre ai fatti già citati, l’ampliamento delle sostituzioni porterà alcuni benefici alle squadre con organici maggiori, tra cui l’opportunità per i calciatori meno utilizzati fino a questo momento di mettersi in luce davanti ai propri allenatori e al pubblico che li seguirà da casa.

C’è anche chi la pensa diversamente. Molti tifosi italiani e non solo hanno espresso le loro perplessità in merito definendo assurda questa nuova regola che, secondo loro, andrebbe attuata solo ed esclusivamente durante questo periodo d’emergenza per poi accantonarla quando si tornerà alla normalità. Il motivo? Si ricollega al pensiero di Baumann: c’è la paura che si snaturi troppo il gioco in favore di quei club che dispongono di una rosa più lunga e completa qualitativamente. A parlare però sono anche i fatti, perché durante l’ultima giornata di Bundesliga sono comunque stati registrati 27 goal in 9 gare disputate (2 dei quali arrivati dai giocatori subentrati a partita in corso), ma anche 8 infortuni muscolari.

Fonte: theworldnews.net

La domanda a questo punto sorge spontanea: stiamo forse ponendo l’attenzione sul dettaglio sbagliato? In questo momento il calcio in Germania è ripartito, e ha fatto registrare (com’era prevedibile) un boom di ascolti televisivi, segno che i tifosi hanno fame di calcio. Gli stadi vuoti, le panchine accomodate sugli spalti, e alcune contraddizioni come il divieto di abbracciarsi e le mischie in area fanno ancora storcere il naso, ma succede spesso quando le cose cambiano.

E in questo momento se vogliamo davvero che questa stagione si concluda, forse dovremmo semplicemente adeguarci; la regola delle 5 sostituzioni potrebbe portare dei benefici ad alcune squadre, ma potrebbe risultare necessaria per tutelare l’integrità fisica dei giocatori da qui alla fine dei campionati nella speranza di tornare a giocare, nella prossima stagione, come si è sempre fatto. Noi non abbiamo la verità in tasca, non sappiamo se si tratta della decisione giusta e capiamo chi si è esposto invocando il ritorno a un calcio più “tradizionale”, che poi è lo sport a cui tutti siamo appassionati.

Probabilmente nel prossimo futuro si avrà più tempo per ragionare sulla “permanenza” di questa regola nel mondo del calcio.

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008