#JuveStabiaTrapani, Caserta: “Col Trapani la partita migliore dell’anno, adesso pensiamo alla Sicula”

Al termine di Juve Stabia-Trapani, ha parlato ai microfoni della stampa il tecnico delle vespe Fabio Caserta: “Ho sempre pensato che questa squadra, a differenza dell’anno scorso che era più giovane, è abituata a prendere alti gli avversarsi. Noi siamo una buona squadra di palleggiatori, così come il Trapani, che mette in difficoltà se la lasci giocare. Ha grandi giocatori, che hanno una grande personalità. Aggredirli alti e chiudere qualsiasi fonte del gioco è ciò che ho detto ai ragazzi.

La squadra ha fatto una partita eccezionale, si sono sacrificati tantissimo. Bisogna fare i complimenti ai ragazzi. Hanno dimostrato a quanto tengono a questi colori, a questa città. Il tifo è stato eccezionale. Non ho mai visto uno stadio così pieno, nonostante io sia qui da sette anni. Io capisco le persone che hanno avuto paura, poi sappiamo di quelli a cui piace mettere zizzania tramite social. Ma tutte quelle stronzate che hanno detto non ci saranno mai. Non vogliamo regali e non ne facciamo. Non permetto di screditare i ragazzi. Parlare male del gruppo fa male alla città. Noi abbiamo un sogno, nessuno se lo aspettava. Io per primo. Bisogna credere in questo sogno, vogliamo portarlo avanti fino alla fine. Non dobbiamo illuderci. Fino alla fine. Si deciderà alla fine. Non dobbiamo mollare.

Basta una partita per portare dove si stava una settimana fa. Bisogna stare concentrati e recuperare le energie, sia dal punto di vista fisico che mentali. La formazione preferisco sceglierla la domenica stessa. Questi 11 già avevo pensato di farla così. Ho deciso di giocare con Melara ed Elia, che sono due giocatori di spinta, uno di esperienza, l’altro più giovane. Sapevo che Canotto poteva dare qualcosa in più, perché il Trapani spinge di più a destra. Si sono sacrificati tutti, a partire da Paponi. Melara dà un segnale a tutto il resto del gruppo giocando in una posizione non sua. I complimenti vanno fanno a tutti, penso a Marzorati, che per scelta tecnica è stato messo fuori settimana scorsa, ma ha lavorato. Questo è un gruppo di uomini.

L’errore più grande sarà non affrontare la Sicula Leonzio con l’atteggiamento giusto. La squadra deve stare concentrata, deve lavorare come ha sempre fatto. Bisogna recuperare le energia e da martedì pensare alla Sicula. Di quello che fanno gli altri non mi interessa. Il Trapani è una squadra forte, ha dimostrato le proprie qualità sul campo. Non ci si trova secondi in classifica per caso. I complimenti che ci ha fatto il tecnico siciliano fanno piacere.

Questa è stata la più bella partita dell’anno. E’ arrivata nella partita dell’anno. Abbiamo una squadra forte, non siamo primi per caso. Quello che hanno ottenuto fino ad oggi è frutto del lavoro fatto. Non ci dobbiamo fasciare la testa nei momenti negativi e non ci dobbiamo esaltare ora.

CONDIVIDI