#JuveStabiaRieti(1-1): Gondo gela il Menti al 94′

E’ una delle partite più difficili della stagione. Caserta e i suoi ragazzi lo sanno bene. La Juve Stabia sfida il Rieti, dell’ex Ezio Capuano, dopo aver perso per la prima volta in campionato con il Catania. Senza Paponi squalificato, il tecnico stabiese lancia dal primo minuto Bruno El Ouazni. In panchina Torromino: l’ex Ercolanese sarà affiancato da Canotto e Melara.

PRIMO TEMPO

E’ un primo tempo di gran cuore per la Juve Stabia, che vuole vincere e portare a casa i tre punti per allontanare le inseguitrici. Al 4′ di gioco, Carlini in area di rigore cade sbilanciato da un avversario, ma l’arbitro reputa l’intervento regolare. E’ sempre Carlini a mettere in pericolo Marcone al 24′: su assist di El Ouazni, l’ex Frosinone controlla il pallone e in rovesciata batte il portiere del Rieti. Ma la sfera finisce sul palo. Al 26′, Branduani compie un vero e proprio miracolo su Gondo, che aveva raggiunto l’area di rigore dopo aver sfruttato un errore di Troest. La Juve Stabia non perde la testa e pochi secondi dopo si porta in vantaggio. Canotto, in contropiede, supera la difesa del Rieti e batte Marcone con un tiro rasoterra sul secondo palo. Al 44′ è ancora Branduani a essere protagonista: il portiere dice no a Palma, che aveva provato una conclusione da fuori.

SECONDO TEMPO

Il primo squillo della seconda frazione di gioco è del Rieti con Gondo che costringe Branduani ad intervenire con i guantoni. Crescono gli ospiti che in ripartenza provano a pungere gli avversari. La Juve Stabia, però, non concede molte occasioni ai ragazzi di Capuano. Caserta per aumentare la densità a centrocampo inserisce Vicente, al posto di Viola, autore di una buona partita. Al 69′ la Juve Stabia ha la possibilità di raggiunge il 2-0: Carlini, in area di rigore, tenta il tiro da conclusione ravvicinata. Bravo Marcone a rimanere in piedi fino alla fine. Un minuto dopo Caserta rivoluziona gli esterni per dare più freschezza: escono Canotto e Melara ed entrano, rispettivamente, Elia e Torromino(che fa divertire il pubblico del Menti con alcune giocate di categoria superiore). L’arbitro concede quattro minuti di recupero. All’ultimo minuto di gioco la Juve Stabia si lascia soprendere: segna il Rieti con Gondo. La Juve Stabia paga il non aver chiuso prima la gara, è mancato il goal agli uomini di Caserta. Male Marzorati che commette l’errore decisivo, che costa caro ai suoi. Occasione sprecata per non allungare sulle dirette concorrenti.

IL TABELLINO

Juve Stabia(4-3-3): Branduani; Vitiello, Troest, Marzorati, Germoni; Calò(83′ Mastalli), Viola(58′ Vicente), Carlini; Canotto(70′ Elia), El Ouazni, Melara(70′ Torromino). A disp: Venditti, Schiavi, Ferrazzo, Vicente, Di Roberto, Castellano, Dumancic, Elia, Mastalli, Torromino, Lionetti, Mezavilla. All: Fabio Caserta.

Rieti(3-5-2): Marcone; Mattia, Gigli, Delli; Zanchi(81′ Tommasone), Palma(59′ Catarino), Carpani(61′ Garofalo), Marchi, Brumat; Maistro, Gondo. A disp: Costa, Scardala, Catarino, Tommasone, Tiraferri, Gualtieri, Garofalo, Criscuolo, Konate, Barbini, Svidercoschi, Corinti. All: Ezio Capuano.

Arbitro: Riccardo Annaloro di Collegno. Assistenti: Gianluca D’Elia di Ozieri, Simone Teodori di Fermo.

Marcatori: Canotto(JS), Gondo(R).

Ammoniti: Mattia(R), Marchi(R), Gondo(R).

Espulsi: nessuno.

Top90esimo: Un gol al 94′ toglie alla Juve Stabia la gioia dei tre punti. Una buona gara disputata da quasi tutti i ragazzi per più di un tempo, poi cala la concentrazione e Gondo punisce le vespe. Occasione sprecata.

Flop90esimo: Marzorati. È il suo l’errore che condanna le vespe.

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008