90esimo- #JuveStabiaReggina(1-0): Paponi sbaglia dal dischetto, ma basta Germoni(deviato) alle vespe

Dopo due pareggi consecutivi, la Juve Stabia vuole ritornare a vincere per allontanare le inseguitrici: questo pomeriggio i ragazzi di Caserta affrontano la Reggina di mister Drago.

PRIMO TEMPO

Pronti, via: partenza sprint per gli uomini di Fabio Caserta, che dopo pochi secondi mettono in difficoltà Confente. La Reggina non riesce ad imporre il proprio gioco e subisce le offensive delle vespe. Al 10′, i padroni di casa hanno l’occasione di indirizzare il match sui binari giusti: Paponi viene anticipato da Confente in area, ma in modo irregolare secondo l’arbitro. Il numero 10 va sul dischetto, ma sbaglia la conclusione. Il risultato, quindi, rimane stabile sullo 0-0. Gli ospiti acquisiscono coraggio e si fanno vedere dalle parti di Branduani. Tre minuti dopo, la Juve Stabia deve far anche i conti con l’infortunio di Marzorati, che esce dal campo. Al suo posto Mastalli. Arretra Mezavilla in difesa. Tanti sono i tentativi di rendersi pericolosi per le vespe, buone alcune intuizioni, ma a mancare è la lucidità nell’ultimo passaggio.

SECONDO TEMPO

La seconda frazione di gioco si apre con la Juve Stabia in possesso palla. Confermati gli 11 titolari sia da una parte che dall’altra. Al 53′, le vespe non riescono a sfruttare un ottimo cross da calcio d’angolo di Giacomo Calò. La palla attraversa l’area di rigore, ma nessuno arriva sulla sfera. Al 60′ Mezavilla grazia le vespe: il centrocampista, oggi difensore per necessità, si improvvisa anche portiere salvando sulla linea un pallone insidiosissimo, con Branduani già battuto. Al 71′, Elia supera il difensore e, in area, dall’esterno serve un ottimo pallone in area: la sfera arriva a Germoni, che di testa, colpisce la traversa. Al 83′, la Juve Stabia passa meritatamente in vantaggio: a siglare la rete dell’1-0 è Germoni, con un tiro deviato da un avversario. L’arbitro concede cinque minuti di recupero. Calò, su punizione, disegna una traiettoria precisa all’incrocio dei pali, che va poco fuori. La Juve Stabia soffre e protegge il risultato. Le vespe acciuffano i tre punti e volano in classifica, approfittando della sconfitta del Catania e del pareggio del Trapani. Settimana prossima i padroni di casa affronteranno la Casertana al Pinto in un derby sicuramente non facile. Ma la promozione passa anche e soprattutto da gare così.

TABELLINO

Juve Stabia(4-3-3): Branduani; Vitiello, Marzorati(11′ Mastalli), Allievi, Germoni; Calò, Mezavilla, Carlini; Torromino(60′ Elia), Paponi, Canotto(67′ El Ouazni). A disp: Venditti, Schiavi, Melara, Vicente, El Ouazni, Di Roberto, Castellano, Viola, Dumancic, Elia, Mastalli, Lionetti. All: Fabio Caserta.

Reggina(4-3-3): Confente; Kirwan, Gasparetto, Solini, Procopio; De Falco, Bellomo, Franchini(77′ Salandria); Strambelli, Baclet, Doumbia(74′ Sandomenico). A disp: Vidovsek, Seminara, Salandria, Zibert, Tulissi, Sandomenico, Marino, Pogliano, Tassi, Redolfi, Martiniello, Farroni. All: Massimo Drago.

Arbitro: Francesco Meraviglia di Pistoia. Assistenti di linea: Nicola Mariottini di Arezzo, Davide Meocci di Siena.

Marcatori: Germoni(Js)

Ammoniti: Vitiello(Js), Solini(R), Gasparetto(R)

Espulsi: nessuno.

Top90esimo: Elia. Devastante l’attaccante gialloblu in prestito dall’Atalanta, sempre decisivo quando subentra dalla panchina.

Flop90esimo: Sufficiente Mastalli, ma il capitano gialloblu può sicuramente fare di più.

CONDIVIDI