La partita tra Juventus e Real Madrid, atto finale dell’edizione Champions League 2016/2017, si è conclusa sul risultato di 1-4: decisivi i gol di Casemiro e Asensio e la doppietta di Cristiano Ronaldo. Inutile per i bianconeri la rete di Mandzukic. Il Real Madrid diventa così la prima squadra a vincere la Champions League per la seconda volta consecutiva ed allunga sul Milan, ancora fermo a quota 7.

La Juventus inizia la nona finale della sua storia controllando il gioco e soffocando le iniziative del Real Madrid. Al 3′ arriva la prima occasione del match: Higuain riceve al centro del campo, supera con una bella serpentina Modric e Casemiro e conclude da fuori area, trovando però la risposta incerta di Navas, che blocca in due tempi. La squadra di Allegri va ancora vicino alla rete al 7′, con Pjanic che, lasciato solo dalla difesa dei blancos, calcia di controbalzo dal limite dell’area, ma Keylor Navas si supera e respinge a mano aperta. Dopo due chances di marca bianconera, a passare in vantaggio sono però gli spagnoli con il primo tiro della loro partita: Kroos spacca il centrocampo bianconero e serve Cristiano Ronaldo, l’asso lusitano apre per Carvajal, che gli restituisce il pallone con un cross basso, convertito in rete dal numero 7 con un colpo da biliardo che si infila all’angolino, grazie anche alla lieve deviazione di Bonucci. La Vecchia Signora, nonostante qualche rischio a causa di ripartenze insidiose, non si demoralizza e riesce a trovare il pareggio al 27′: Alex Sandro, liberato sulla fascia, crossa al centro per Higuain, il Pipita la appoggia di petto a Mandzukic che in mezza rovesciata beffa Navas e mette a segno la rete del pari. Dopo il ristabilimento dell’equilibrio, le due squadre si limitano a mantenere il possesso del pallone ed ed il primo tempo si avvia così alla conclusione sul risultato di 1-1.

Nella ripresa la partita cambia conpletamente volto, con il Real che entra in campo più deciso e riesce ad addomesticare la Juventus, rendendola innocua, ed allo stesso tempo riesce a colpire in maniera letale, indirizzando la gara verso la conquista della Duodécima. I blancos schiacciano i bianconeri per un quarto d’ora e riescono a portarsi nuovamente in vantaggio al 61′, quando Casemiro raccoglie una respinta corta della difesa Campione d’Italia e calcia potentemente da fuori e, aiutato da una deviazione di Khedira, batte Buffon. La Juve, dopo il nuovo svantaggio, non riesce a reagire ed incassa l’1-3 firmato Cristiano Ronaldo al 64′, bravo ad insaccare dopo una bella azione personale di Modric. Allegri prova a scuotere la squadra con i cambi, ma nè Lemina, nè Marchisio, nè un nervoso Cuadrado, espulso nel finale, riescono a cambiare l’inerzia del match. Nei minuti finali, a sugellare il dominio merengues nel secondo tempo, arriva anche il gol di Marco Asensio, bravo ad insaccare da due passi sugli sviluppi di un corner. Il Real Madrid batte così la Juventus per 1-4 e conquista la dodicesima Champions League/Coppa dei Campioni della propria storia, diventando il primo club a riuscire a vincere la competizione da quando porta il nuovo nome.

 

Juventus (4-2-3-1): Buffon 6; Barzagli 6 (dal 66′ Cuadrado 5), Bonucci 5,5, Chiellini 4,5, Alex Sandro 6,5; Khedira 5, Pjanic 6 (dal 71′ Marchisio 6); Dani Alves 6, Dybala 4,5 (dal 78′ Lemina s.v.), Mandzukic 7; Higuain 5,5. A disp.: Neto, Benatia, Asamoah, Lichtsteiner. All. Allegri

Real Madrid (4-3-1-2): Navas 6,5; Carvajal 7, Varane 6, Sergio Ramos 6,5, Marcelo 6,5; Modric 7,5, Casemiro 7, Kroos 6,5 (dall’88’ Morata s.v.); Isco 7,5 (dall’82’ Asensio 6,5); Benzema 6,5 (dal 77′ Bale s.v.), Cristiano Ronaldo 8. A disp.: Casilla, Nacho, Danilo, Kovacic. All. Zidane

ARBITRO: Felix Brych (Germania)

MARCATORI: Cristiano Ronaldo al 20′ ed al 64′, Mandzukic al 27′, Casemiro al 61′, Asensio al 90′

AMMONITI: Dybala al 12′, Sergio Ramos al 31′, Carvajal al 42′, Kroos al 53′, Pjanic al 66′, Cuadrado al 72′

ESPULSI: Cuadrado all’83’ per doppia ammonizione

NOTE: due minuti di recupero nel primo tempo, 4 minuti nel secondo tempo.

TOP NOVANTESIMO: Cristiano Ronaldo 8 Non è onnipresente nella partita, ma quando si vede è letale: decisivo, si avvia verso il probabile quinto pallone d’oro

FLOP NOVANTESIMO: Dybala 4,5 La Joya, mal servita dai compagni, gioca probabilmente la partita peggiore della sua stagione nel momento decisivo: ectoplasmatico, viene sostituto da Allegri per inserire Lemina


CONDIVIDI
Ragazzo del '99, amo il calcio, argomento di cui parlerei tutto il giorno se fosse possibile. Diplomato al Liceo Linguistico, attualmente studio Economia e Management ed il mio sogno, dopo aver viaggiato qualche anno all'estero, sarebbe lavorare e vivere quotidianamente nel mondo del pallone.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008