E’ stata più dura del previsto, ma la missione è stata portata a termine: grazie ad un superlativo Higuain, entrato nel corso del secondo tempo, la Juventus batte 2-0 l’Olympiakos e si riscatta dopo la dèbacle di Barcellona dello scorso 12 settembre.

Primo tempo che inizia a ritmi molto lenti, con l’Olympiakos che si chiude a riccio nella propria metà campo, lasciando gestire alla Juventus il possesso palla. Dopo aver sbattuto varie volte contro il muro greco, all’8′ arriva l’occasione bianconera: Engels respinge un cross di Alex Sandro, sul pallone si avventa Dybala che calcia trovando l’opposizione di Koutris. Rispondono gli ospiti al 14′: clamorosa palla persa da Douglas Costa, il quale regala palla a Odjidja che serve Sebà che però non trova la porta difesa da Buffon.
Al 29′ corre un grande rischio Proto: il portiere belga valuta male un calcio d’angolo calciato da Dybala ed è costretto a spedire nuovamente in corner; sullo stesso si rende pericoloso Alex Sandro, il quale di testa la mette alta. Al 33′ ci prova Figueiras: tiro di destro del calciatore dell’Olympiakos al volo, ma la palla si spegne sul fondo. Dopo un minuto inizia il forcing Juventus con due occasioni da calcio d’angolo: prima ci pensa Mandzukic ad impegnare Proto, poi Sturaro, ma in modo più pericoloso del suo compagno di squadra. Al 45′ Dybala va vicino alla rete: gran sinistro di controbalzo della Joya, Proto devia in tuffo in corner. Palo della Juventus al 46′: cross di Douglas Costa dopo un grande scatto, Engels svirgola e colpisce il palo. Il primo tempo si chiude con il risultato di 0-0.

La seconda frazione di gioco inizia come la prima, con il gioco che prosegue lentamente: Juventus che non riesce ad accelerare le operazioni. La prima vera occasione arriva al 55′ con Douglas Costa: tocco di Dybala per il brasiliano, il quale di potenza non riesce ad insaccare chiudendo di poco a lato. Al 62′ ci prova ancora Mandzukic su un buon cross di Sturaro sulla destra: tiro lento che finisce tra le braccia di Proto. La prima chance per l’Olympiakos arriva al 67′ con Odjidja il migliore in campo per i suoi: il belga calcia dopo un tocco di Emenike, impegnando Buffon che para in due tempi. Dopo due minuti, al 69′, la Juventus passa in vantaggio: il neo-entrato Higuain, a sorpresa in panchina, riesce ad insaccare all’altezza del dischetto dopo essere stato murato da Nikolaou. Torna a sorridere il Pipita dopo la seconda panchina di fila. All’80’ arriva anche la rete del raddoppio: splendido filtrante di Higuain per Dybala, il quale tenta di superare Proto con un tocco morbido; sul pallone arriva però Engels che tenta di evitare la rete trovando però il corpo di Mandzukic che riesce a mettere in rete. Nel finale la Juventus riesce a gestire abilmente il doppio vantaggio, non lasciando troppi spazi ai greci, ormai arresi al proprio destino.

Con questa vittoria la Juventus sale a quota 3 punti, a pari punti con lo Sporting Lisbona, uscito sconfitto contro il Barcellona. L’Olympiakos resta invece il fanalino di coda a zero punti, con la disfatta odierna che va ad aggiungersi a quella rimediata in casa contro lo Sporting.


JUVENTUS (4-2-3-1):
Buffon 6.5; Sturaro 6 (81′ Benatia SV), Barzagli 6.5, Chiellini 6.5, Alex Sandro 6.5; Bentancur 5.5, Matuidi 6; Cuadrado 5.5 (60′ Higuain 7.5), Dybala 6, Douglas Costa 6.5 (84′ Bernardeschi SV); Mandzukic 7. All. Allegri 7

OLYMPIAKOS (4-2-3-1): Proto 7; Figueras 6, Engels 5, Nikolaou 5.5, Koutris 6: Romao 6, Zdjelar 6 (77′ Fortounis SV); Odjidja 6.5, Pardo 6 (72′ Ben 5.5), Sebà 6; Emenike 5 (88′ Marin SV). All. Lemonis 6

Arbitro: Stieler (Germania
Marcatori: Higuain (J), Mandzukic (J)
Ammoniti: – 
Espulsi: – 

TOP90esimo: Higuain 7.5 – Impatto che definire devastante è poco: entra, segna e propizia il secondo gol con un tocco sublime per Dybala. Si lascia alle spalle le due panchine consecutive: il Pipita è tornato.

FLOP90esimo: Emenike 5 – Costantemente chiuso dall’imperforabile duo juventino Barzagli-Chiellini. Non riesce mai a rendersi realmente pericoloso. 

CONDIVIDI
Classe 1998, studio Lettere Moderne. Da sempre dipendente dal calcio e dall'Inter.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008